martedì 10 marzo 2015

Palermo Xchange

Scambio alla pari a Palermo

slow travel
La cattedrale metropolitana primaziale della Santa Vergine Maria Assunta,
nota semplicemente come cattedrale di Palermo
È davvero difficile comprendere i propri sentimenti quando si percorrono le vie di una città come Palermo, così grande e contraddittoria! L'immondizia sparsa per i marciapiedi e il puzzo dello smog, il traffico disorganizzato delle auto, così come il degrado di moltissimi palazzi ed edifici abbandonati mal si intonano con i prodigi monumentali sparsi per ogni angolo della city. Forse proprio tanta bellezza artistica e tanta ricchezza culturale bastano a nascondere suoi difetti.
Palermo
La Cattedrale. Il nostro appartamento è a pochi passi da qui

Sono giunto a Palermo, di proposito, per approfondire la storia della Sicilia, che a sua volta coincide con la storia dell'intera civiltà europea e mediterranea, dagli albori fino ad oggi. Dalla Sicilia infatti sono passati tutti i popoli e le dinastie succedutesi nei secoli: dai fenici ai greci, dai romani ai bizantini, dagli arabi ai normanni, dagli svevi ai borboni... E poi ancora francesi, inglesi, piemontesi, austriaci, genovesi, pisani, americani: non serve avere una macchina del tempo, basta camminare a Palermo, di quartiere in quartiere, per ammirare le vestigia dei re e dei popoli che vi hanno lasciato una preziosa traccia artistica e intellettuale.

fontana pretoria
Fontana Pretoria
I vicoli e le viuzze sono piene di mercatini e bancarelle, piccoli bazar, affollati di gente che vende, compra, contratta il prezzo della merce alla maniera degli antichi mercanti.

La Vucciria, è un dipinto di Renato Guttuso realizzato nel 1974
La selezione naturale, in questa piccola parte di mondo, ha favorito uomini senza inibizioni, capaci di strillare come sirene, per abbonire e attirare l'attenzione dei turisti, attratti dalle loro cantilene più che della merce esposta.


Questi mercati potrebbero essere oggetto di interessanti studi antropologici: la gestualità, le espressioni facciali, il modo di relazionarsi della gente, sembrano retaggio di un mondo passato, atteggiamenti antichi sopravvissuti alla modernità.

palermo
Uno specchio in vendita al mercato di Ballarò
 Il mercato di Ballarò, in particolare, è uno dei più vecchi d'Europa e si è conservato nel corso dei secoli, probabilmente dopo essere stato introdotto dagli arabi, circa un millennio fa.

wwoofing


Per vivere e visitare la città, con lentezza e senza spendere soldi, io e il mio compagno di viaggio Davide, ci affidiamo ad un signore di Palermo, Marcello, che, in cambio del nostro aiuto nel suo giardino, ed in cambio del nostro lavoro come custodi della casa, ci offre cibo, alloggio e ospitalità.

wwoofer

Lavoriamo solo di mattina, così abbiamo tempo per esplorare, studiare o semplicemente rilassarci davanti ad un libro di pomeriggio e di sera.

piazza Vigliena Palermo
I Quattro Canti, o piazza Vigliena, 
o Ottagono del Sole, o Teatro del Sole
È così che "mi posso permettere" Palermo, assaggiando un po' della vita di questa città, del suo clima, della sua atmosfera, delle panelle, della storia e della cultura di un posto che meglio di qualunque altro sintetizza il fascino cosmopolita e lo splendore artistico degli antichi popoli del mediterraneo.

A presto per la prossima avventura.

GUARDA IL VIDEO sullo scambio a Palermo!



Per saperne di più:
Raggiungici su Facebook!
Altri racconti dall' Italia con lentezza tour.

PalermoXchange
Baumela
A caccia di Nuraghi
Calajami
Funtaneddas
Sardegna, Sicilia, Calabria e Basilicata sono state esplorate! Ora si risale lo stivale, a caccia di comunità,...
Posted by Viaggiare con lentezza on Saturday, 25 July 2015