sabato 15 agosto 2015

Il viaggio in Puglia. Con lentezza.

viaggiare con lentezza


La Puglia è una regione "lenta". Come tutto il sud del resto. L'accezzione lenta, per noi, non può che essere positiva. Osserviamo il paesaggio pugliese e ci meravigliamo, quindi prendiamo appunti: ulivi secolari, muri a secco, masserie, tratturi e sentieri campestri. Paesini antichi che sono un susseguirsi di archi, travi, case palazzate, corti, altane, vicoletti e botteghe. Grazie al nostro modo di viaggiare (con lentezza e senza pianificare) sono tanti i paesaggi e le città in cui riusciamo ad approdare. A Bari, città di san Nicola, passeggiamo per il lungomare, il più lungo d'Italia, inseguendo le location del film "Mio Cognato" e "La Capa Gira". Infatti il mio compagno di viaggio, Davide, è appassionato di cinema e mentre camminiamo per le vie del borgo Murattiano, sta scrivendo diversi messaggi ad Alessandro Piva, che è il regista dei due film appena citati. Alessandro, quindi, ci suggerisce qualche tappa. Io e Davide ignoriamo che finiremo per incontrarlo qualche settimana dopo, per sbaglio, proprio davanti alla sua casa al mare, a Castro. Scambieremo due chiacchiere con lui e lo ringrazieremo per i suggerimenti che ci ha fornito. E' stata una bella coincidenza ma da quando viaggiamo con lentezza, non ci stupiamo più di nulla.

viaggiare con lentezza

viaggiare con lentezza
Nel centro di Bari vecchia, le finestre e le porte delle case, delle cantine o dei garage sono sempre spalancate, per cui è possibile curiosarci dentro. Forse è per il caldo o forse come segno di apertura e ospitalità: dentro, signorine sorridenti, giovani o anziane, lavorano la pasta, all'antica maniera, lasciando asciugare le orecchiette sui telai.

A seguire, una tappa non programmata al panificio Santa Rita dove, pare, sfornino la focaccia più buona di Bari (e forse anche d'Italia). Non sappiamo se sia davvero la focaccia più buona in assoluto, ma certamente è una delle più buone. Ed è anche economica.


viaggiare con lentezzaQuando raggiungiamo la chiesa di S. Nicola, un inaspettato concerto di voci liriche dalla messa Ortodossa allieta la nostra visita e ci lascia senza fiato. Vibrazioni, armonizzazioni e canti che riverberano per la cripta sotterannea, riempendo gli spazi con un indescrivibile energia musicale. Attorno alla "Colonna Miracolosa" ci sono gruppi di ortodossi di varia nazionalità, specialmente russi, fra cui donne inginocchiate in preghiera. Tutte indossano foulard colorati, probabilmente il Tichel, simbolo di umiltà.
In pausa dalle nostre attività di Wwoof, abbiamo tempo per visitare anche altre città...

viaggiare con lentezza


città slowA Monopoli ammiriamo le mura di cinta, le facciate barocche delle chiese e ci perdiamo nelle viuzze del centro. A Cisternino (città slow) ci facciamo consigliare un bel gelato e una bella focaccia, e ci perdiamo fra le botteghe e i negozietti del centro, dunque facciamo i normali turisti. A Ostuni, la città bianca, ammiriamo le bianche case, le chiesette e l'atmosfera internazionale con volti freschi di giovani da ogni parte del mondo (ahimè abbiamo ignorato Delia, la donna più antica del mondo: si tratta dei resti scheletrici di una giovane ventenne in cinta,  rimasta sepolta nel territorio di Ostuni circa 28.000 anni fa!). Dopo la Valle D'Itria, terra fiabesca dei Trulli, è la volta del Salento, sul quale avevamo già scritto un post. Ricca di storia (dalla Preistoria fino al Barocco), il Salento è una terra fertile e magica, abbracciata dai due mari (Adriatico e Ionico). Grazie all'assenza di monti è possibile godere forse della migliore alba d'Italia (nella costa Est) e del migliore tramonto (nella costa Ovest). Orizzonti vasti, dunque, sormontati da effetti di luce suggestivi e rifrazioni magiche: tutto ciò avviene alle altezze siderali del cielo Pugliese. Una terra piena di segreti, molti di questi ancora da scoprire: monumenti megalitici, selvatici, torri costiere, frantoi ipogei, antiche caverne, tutti elementi che rendono il viaggio una fantastica avventura. Ci sono Dolmen e Menhir, chiese e castelli, grotte. Noi abbiamo visitato quella di Zinzulusa, a Castro (vedi foto).

viaggiare con lentezza
Un magico tramonto
viaggiare con lentezza
grotte in puglia

viaggiare con lentezza
Zinzulusa

tarantella
Gli ultimi giorni in Puglia abbiamo visitato Lecce, città d'arte e cultura, e Gallipoli, antico porto, crocevia di popoli e navigatori. Trascorriamo un pomeriggio a Galatina, poi visitiamo Corigliano, Santa Maria di LeucaCastrigliano dei Greci dove finalmente assistiamo ad un concerto di taranta e pizzica durante la Notte della Taranta. 


GUARDA IL VIDEO:

          


viaggiare senza soldi
Riserva naturale 
Non ci facciamo mancare un tuffo al mare a Castro, Rivabella, Porto Selvaggio. La Puglia lascia un segno indelebile nell'animo di chi la esplora; anche per l'imperatore Federico II di Svevia, definito lo "Stupor Mundi", la Puglia è una regione speciale: era la sua seconda casa, fiore all'occhiello delle sue conquiste nel sud d'Italia.

Il viaggio in Puglia, dunque, è volto al termine. Vi lasciamo con le foto (su Facebook) e con le altre testimonianze scritte delle nostre esperienze (clicca su tappe di viaggio) e vi invitiamo a seguire le prossime puntate nelle altre regioni d'Italia, "puntate" che seguiranno dopo il breve ritorno a casa (torniamo per riposarci e poi ripartire!).

viaggiare con lentezza
Un'antica Fontana... a Gallipoli.
Buon riposo, buone avventure e buone scoperte.

Sardegna, Sicilia, Calabria e Basilicata sono state esplorate! Ora si risale lo stivale, a caccia di comunità,...

martedì 11 agosto 2015

Unlearning. Storie di famiglie che viaggiano lente.

famiglie in viaggio

Sul viaggio lento è stato scritto molto ma nessuno finora ha avuto l'abilità, la volontà, la pazienza e la determinazione di raccontarlo tramite un film documentario serio. Non solo è stato finalmente realizzato un documentario che parla di autostop, wwoof, baratto, carpooling, comunitarismo, scuola libertaria, eco-villaggi, ma il protagonista di questo è nientepopodimeno che... una famiglia! Ebbene sì, una famiglia, anzichè i soliti giovani che possono permettersi di partire per un'avventura senza curarsi troppo di legami, impegni, responsabilità. 
E se c'è riuscita una famiglia a sdivincolarsi dalla quotidianità e dagli impegni coatti della routine monotona, questa è la prova definitiva che ci possono riuscire tutti! O quasi tutti. Ci va infatti coraggio, determinazione, fiducia nel prossimo!


E' uscito dunque Unlearning, l'avventura lenta della famiglia Basadonne! Abbiamo visto il loro docu-film mentre eravamo in viaggio, in una fattoria in Puglia, e ci siamo commossi davanti alle scene proposte da Lucio, Anna e la piccola Gaia. Si tratta di immagini che raccontano situazioni, avventure, interviste, momenti gioiosi e momenti tristi, che fanno parte del retaggio del viaggio lento. Il film, infatti, inizia con i  tre protagonisti che si ritrovano in mezzo alla strada, con i pollici all'insù, mentre aspettano disperatamente che qualcuno si fermi. La tipica situazione a cui è abituato l'hitchhiker moderno. Solitamente c'è da aspettare parecchio tempo, ma chi ti accoglie in macchina, alla fine, è una persona interessante, e puoi stare sicuro di una cosa:  alcuni incontri possono essere talmente speciali da cambiarti la vita!

famiglie in viaggio
Unlearning vuol dire disimparare, uscire dalla zona comfort
 per vedere il mondo da nuove angolazioni.
Non solo autostop. Il film è ricco di interviste con famiglie che vivono stili di vita diversi. E' dunque uno stimolo alla riflessione e all'apertura mentale: aprirsi soprattutto all'idea che il mondo sia pieno di possibilità e prospettive diverse. Il documentario, inoltre, è rivolto ai sognatori, come noi, come voi. Potreste trovare degli spunti per viaggiare in maniera economica; potreste trovarci informazioni sulle realtà che cambiano, in Italia e all'estero, su luoghi sconosciuti e su persone speciali che fanno cose speciali. Ma soprattutto potreste trovare la giusta dose d'ispirazione e di coraggio per intraprendere il vostro viaggio di ricerca personale!

Unlearning vuol dire disimparare, uscire dalla zona comfort per vedere il mondo da nuove angolazioni. Prendetevi un po' di tempo, dunque, per scoprire come viaggiare per sei mesi, quasi a costo zero, con la sharing economy. Lucio, Anna e la piccola Gaia sono ora in tour per l'Italia. a presentare il loro film attraverso proiezioni all'interno di centri culturali, associazioni, biblioteche, piazze. Potete seguirli sul loro blog e rimanere aggiornati sui loro spostamenti. 
Ci vediamo a uno di questi appuntamenti?

Buon viaggio lento a tutti e buona visione di UNLEARNING.

P.s: se vi piace questo tipo di documentari, potete guardare gratuitamente anche il nostro, modesto, reportage di viaggio:



Per leggere un'altra avventura a misura di famiglia clicca qui.

venerdì 7 agosto 2015

La comunità di Piccapane

Una comunità di wwoofers nel Salento

villaggi ecologici
Picca pane e picca pater nosci. Ovvero: Chi si accontenta di poco, puo' vivere meglio.
Siamo a Cutrofiano, ospiti-aiutanti di Piccapane, un'azienda agricola del Salentino. Piccapane in salentino significa "poco pane". Ma il pane, qui, nell'agriturismo di Giuseppe, non manca mai. Soprattutto frise e friselle, e altri prodotti tipici della Puglia come i taralli e i tarallucci. La storia di Piccapane è la storia di un consulente aziendale che ha trascorso 10 anni di vita nel grigiore e nella frenesia di Milano. Laureato alla Bocconi, Giuseppe (detto Beppe), non avrebbe mai pensato che sarebbe diventato un contadino. Nelle sue previsioni future c'era forse un ufficio, un appartamento in città, una normale vita borghese. È stato un viaggio, un cambio di prospettiva, a fargli cambiare idea. Le sue esperienze in barca a vela e un periodo trascorso nelle campagne napoletane l'hanno esposto a idee nuove e trasformato in seguito in un umile uomo di campagna. Ora ha 40 anni, spirito giovane e attivo. Beppe possiede una vasta conoscenza in materia di agricoltura biologica, ereditata in parte dalla sua famiglia, ma appresa soprattutto da amici, contadini e agricoltori locali più anziani. 

comunità intenzionale
La comunità wwoofers di Piccapane
Piccapane è un azienda, ma tutt'intorno ad essa si è formata una vera e propria comunità. La casa di Beppe è la casa di tanti viandanti, non importa chi siano e da dove vengano. Quanti di noi sono disposti ad accogliere così tante persone straniere nella propria casa?  C'è tantissima gente sconosciuta che entra ogni giorno all'interno della proprietà: guardo Beppe, gli chiedo chi siano questi signori sconosciuti, lui fa cenno di non saperlo ma non sembra nemmeno curarsene. È normale, qui, incontrare ogni giorno persone nuove, che siano turisti, viaggiatori, amici di amici, o clienti dell'azienda. 

Piccapane
Imparare il mestiere del contadino
Lo scambio, l'incontro e la condivisione, sono la normalità. D'altronde all'interno della stessa azienda è stata aperta una foresteria per accogliere la moltitudine di turisti che puntualmente, d'estate, invade il Salento. C'è anche un ristorante vegano per soddisfare le esigenze di tutti e dimostrare, una volta per tutte, che vegano non è assolutamente sinonimo di tristezza a tavola!

Piccapane
Il ristorante vegano si tinge di rosa. Volontarie e staff di Piccapane.

Come i contadini d'un tempo 


wwoofA Cutrofiano vivo uno stile di vita da sogno assieme ai nuovi amici viaggiatori. Lavoro fisico al mattino, con divisione dei compiti e degli obiettivi assegnati, fino al momento in cui ci si siede a tavola a gustare i prodotti raccolti al campo o trasformati in azienda. Siesta postprandiale al pomeriggio, oppure gite al mare e passeggiate nei paesini Salentini fino a sera tardi, gustando un gelato o qualche altra specialità locale, come il pasticciotto di Galatina della pasticceria di Ascalone o il gelato di DolceArte a Cutrofiano.
Del Salento mi colpisce il tramonto in spiaggia: talmente bello che non è raro vedere i bagnanti applaudire al sole mentre si immerge bagnandosi nelle acque dello Ionio, fino a sparire. 

wwoof salento

Ci sono anche due WWOOFer molto speciali che vivono a Piccapane da diversi mesi: si chiamano Andrea e Veronica e sono i due blogger di SpiantatiErranti


matrimonio
W gli sposi wwoofer
Fanno wwoofing con la loro bellissima figlioletta, Maelia, e si sono recentemente sposati, proprio qui, nella medesima fattoria; il testimone di Andrea non poteva che essere che lui: Beppe! Beppe non è un host dal carattere facile, ma ha provveduto alla cena e al catering, mettendo a disposizione il ristorante e il suo simpatico staff. È stato il matrimonio più economico, ma anche il più originale e il più bello a cui abbia mai partecipato. 

il momento del sì
Wwoofers in love. "Vuoi tu prendere come legittima sposa..."


La gioia di un , una promessa romantica e coraggiosa, rara in questi tempi, testimoniata da nuovi e da vecchi amici, seguita poi da un pomeriggio al mare a Porto Selvaggio, una delle più belle riserve marine pugliesi, e coronata, infine, da una cena a base di pizza, prelibatezze vegane, tanto vino e una buonissima torta nuziale! Che fortuna essere capitati in questo posto, proprio in questo momento!

piccapane

L'avventura, insomma, prosegue. E il Salento si conferma... lento!
Sardegna, Sicilia, Calabria e Basilicata sono state esplorate! Ora si risale lo stivale, a caccia di comunità,...

domenica 2 agosto 2015

Mater

wwoof in puglia

Mater è il nome della nuova casa dove siamo ospiti, la casa di Tommasina e Cinzia, una coppia di giovani donne; siamo in un luogo senza dubbio speciale dove speciale è anche il rapporto con la terra. Raggiungiamo la casa con lo scopo di condividere lo stile di vita e i principi dell'associazione (Mare, Agricoltura, Turismo, Eco-ruralità), nella riserva naturale di Torre Guaceto.

viaggiare senza spendere soldi

Una varietà di piante mediterranee e esotiche, trasformano la nostra nuova dimora in una piccola oasi, pensata per anime che hanno bisogno di riconnettersi con la terra. Terra, ai confini col Salento, che si presenta rossa, di un rosso intenso, come il sangue, dal quale ulivi, pini, ginepri e altri alberi ricavano linfa per i loro frutti. Tutt'attorno è macchia mediterranea e riserva naturale, che le tartarughe marine hanno scelto per sé come nido per deporre le uova e far nascere i loro cuccioli.

riserva naturale torre guaceto
Slow travel: uno scatto fotografico di Davide L.

A Mater si può imparare l'esempio di chi, con impegno e devozione, ha trasformato la propria visione, prima in progetto, poi in realtà, anche seguendo i principi della permacultura.

wwoofing
Amici & wwoofers
I lavori da fare sono molti ma la casa di Tommasina e Cinzia è già un piccolo paradiso condiviso con passione con gli ospiti. Ci sono i wwoofers che partecipano nelle varie attività legate all'autosufficienza del luogo, i clienti del Bed&Food, che si lasciano ammaliare dalle bontà gastronomiche preparate da Tommasina, poi ci sono gli amici, che girano attorno alla casa e l'arricchiscono con la loro simpatia.

esperienze wwoof
Una lavatrice a pedali!
È impossibile diventare persone speciali, senza aver compiuto un viaggio speciale, che sia fuori o dentro di noi. Tommasina e Cinzia sono state wwoofers. Se non avessero girato per l'Italia, in questa maniera, quanto di Mater si sarebbe potuto realizzare?


MATER RACCONTATO IN FORMATO VIDEO:




toilette ecologica
Una compost toilette ecologica!
Altri racconti dall'Italia con lentezza tour: 

CALABRIA
Arcipelago Sagarote

BASILICATA
Pane e Pomodoro 
Vito e Chiara 

PUGLIA
Urupia, comune libertaria 
Casina Settarte
La comunità di Piccapane
Mater

SARDEGNA
Baumela
A caccia di Nuraghi
Calajami
Funtaneddas
Barga


Sardegna, Sicilia, Calabria e Basilicata sono state esplorate! Ora si risale lo stivale, a caccia di comunità,...
Posted by Viaggiare con lentezza on Saturday, 25 July 2015

Volontariato in cambio di vitto ed alloggio

I MIGLIORI SCAMBI ALLA PARI

wwoofing

In questo post vogliamo aiutarvi a scegliere l'organizzazione di volontariato per vivere uno scambio alla pari in Italia o all'estero. Abbiamo provato i migliori siti: questi che seguono sono, per noi, i network più importanti.

Per sapere cosa intendiamo per volontariato in cambio di vitto ed alloggio, clicca qui e qui (FAQ).


wwoofing
vacanza gratisviaggiare gratis
vacanze gratis


WWOOF, helpx, WORKAWAY, VolunteersBASE: organizzazioni a confronto 


NOME
ORGANIZZAZ         WWOOF      /     HELPX  /    WORKAWAY    /    BASEVOLUNTEER

ANNO 
NASCITA:                               1971                     2001                      2002                                    2010

PREZZO
ISCRIZIONE:              35euro (Italia)             20euro singolo               23euro singolo                    gratis!
                                   circa 15-20 euro              e coppia                     30euro coppia                 
                        

ASSICURAZIONE:                SI                          NO                            NO                              NO
                                            (diversa per                  (E' suggerito farsi un'assicurazione da viaggio)
                                       ciascuna nazione)

 
DURATA
TESSERAMENTO:        1 ANNO                      2 ANNI                     2 ANNI                     FOREVER                       

AMBITO:                            Ruralità                                Ruralità                             Ruralità                                Ruralità   
                                             Fattorie Biologiche                Urban                               Urban                                Urban
                                             Campagna                            Fattorie                            Fattorie                              Fattorie         
                                                                                         Turismo                           Turismo                              Turismo
                                                                                          B&B                                 B&B                                   B&B


NOTE
GENERALI:         Consigliato a chi ama la                     consigliato a                        consigliato a                      consigliato a
                              vita di campagna e vuole                   viaggiatori                          viaggiatori                         viaggiatori
                             imparare qualche mestiere/abilità            studenti,                           studenti,                         studenti,  
                            attività e orari,  in genere                     apprendisti                         apprendisti                       apprendisti
                                           più impegnativi.                                                                                               
                                        Consigliato a apprendisti 
                                        studenti e viaggiatori.

                                

NUMERO DI
OPPORTUNITÀ:             701 host*                              1692 international                     13229 hosts                  ( 800 progetti in lista
 (In Italia e nel mondo)               (solo in Italia)                          7075 europe                       (in 130 paesi)                 4000 volontari registrati)
                                                                                               1125 canada                          937 hosts*                  
                                                289 hosts*                                    993 usa                           (solo in Italia)                         
                                           (nella lista wwoof                           3145 n. zelanda                                                        
                                               indipendente)                             5410  australia                                                     
                                       migliaia di opportunità                      TOT. 19440 hosts*
                                               in tutto il mondo

*DATI PRESI IL 29 MARZO 2015: LE OPPORTUNITÀ DI VOLONTARIATO 
STANNO CRESCENDO IN TUTTO IL MONDO.
                          

PER SAPERNE DI PIU' puoi guardare gratis il nostro documentario sul viaggio lento che abbiamo compiuto utilizzando gli strumenti qui sopra descritti! 


Questa è la playlist divisa in 22 episodi!