giovedì 1 dicembre 2016

11 bizzarre espressioni straniere illustrate da Paul Blow

Durante i vostri viaggi all'estero vi siete mai imbattuti in strane espressioni idiomatiche mai sentite prima e dal significato apparentemente insensato? Ogni lingua ha modi di dire unici e diversi: lo sanno bene gli interpreti che ogni giorno hanno a che fare con traduzioni davvero complicate. A volte tradurre una frase risulta impossibile, almeno letteralmente. 
Paul Blow, fotografo e illustratore pluripremiato ha voluto rappresentare in queste scenette divertenti 11 espressioni bizzarre tratte dalle lingue straniere più disparate (compreso l'italiano). Sono espressioni originali che non esistono in altre lingue o culture e perciò possono risultare difficili da comprendere. La traduzione di queste frasi è stata realizzata per voi da Stefano Raffaelli.

paul blow
Glida in på en räckmacka [Svedese]
Scivolarci dentro cavalcando un panino ai gamberetti = affrontare sfide quotidiane con filosofia.

paul blow
Jemandem einen Bären aufbinden [Tedesco]
Legare un orso addosso a qualcuno = confondere qualcuno

paul blow
As cool as a cucumber [Inglese]
Freddo come un cetriolo = rimanere calmo al di sopra della media

paul blow
Hair op per tanden hebbe [Olandese]
Avere capelli tra i denti = essere convincente davanti al pubblico

paul blow
Non tutte le ciambelle escono col buco [Italiano]
Non tutte le ciambelle escono col buco = il risultato finale non corrisponde all’intenzione di partenza

paul blow
Musztarda po obiedzie [Polacco]
Senape alla fine del pranzo = si arriva fuori tempo utile per sfruttare una situazione

paul blow
  أصوم وأفطر على بصلة [Arabo]
Interrompere il digiuno mangiando una cipolla = ottenere un riscontro molto al di sotto delle aspettative

paul blow
He Það pylsuendanum rúsínan í [Islandese]
L’uvetta alla fine dell’hot-dog = una inaspettata gratificazione finale 

paul blow
Å svelge noen kameler [Norvegese]
Ingoiare qualche cammello = rinunciare al confronto/sfida

paul blow
Quand les poules auront des dents [francese]
Quando ai polli cresceranno i denti = quando qualcosa non potrà mai succedere

paul blow
 ほっぺたが落ちる[Giapponese]Mi cadono le guance = penso che il cibo che sto mangiando sia delizioso

Tratto da:
Post.scriptum: esiste anche la pagina di Viking in Italiano