mercoledì 15 febbraio 2017

Coppia fa il giro del mondo per 17 anni e torna a casa con 4 figli come souvenir

Globetrotting: quando i viaggi regalano emozioni, esperienze... e figli!


famiglia in viaggio

Quante cose puoi fare in 17 anni?
Tante, eppure molte volte, schiacciati dalla routine, dalle incombenze della vita quotidiana e da tutto ciò che mi piace definire come ‘inutili preoccupazioni’, non si fanno che sempre le solite poche attività: ci si alza, si lavora, si torna a casa, un po’ di tempo con amici e famiglia, si va a letto. Un breve pit stop per le vacanze, e poi via di nuovo in pista!

famiglia in viaggio

Herman e Candelaria Zapp probabilmente devono aver pensato che godersi un po’ la vita andava al di là di questa routine, quando hanno iniziato a pianificare il loro viaggio su una vecchia macchina del 1928. Un’impresa alquanto impegnativa: partire dall'Argentina alla volta dell’Alaska, con lo stretto indispensabile nelle borse e tanti sogni nella mente. Sogni che avrebbero riempito la loro vita per 6 mesi.

viaggi alternativi
La storia ha inizio...
Non si sbagliavano sul fatto che un’esperienza di viaggio avrebbe senz'altro arricchito la loro vita, ma sulla durata dei sogni... beh lì l’errore di calcolo è stato madornale! Ci hanno infatti impiegato 17 anni prima di voler tornare definitivamente a casa. Non si sono persi: diciamo che hanno fatto qualche deviazione.

famiglie in viaggio
Il globetrotting, così lo chiamano in inglese, significa viaggiare regolarmente in differenti parti del mondo. Ed è quello che sta facendo la famiglia Zapp, visitando tutti i continenti, 73 Paesi e conoscendo migliaia di persone.

Alla fine dei 6 mesi di viaggio pronosticati Herman e Candelaria si trovano in Ecuador, dove la crisi finanziaria e la rapida inflazione hanno letteralmente consumato i loro ultimi risparmi. Come fare per non rinunciare al proprio sogno e continuare a viaggiare?

famiglia in viaggio

Iniziano utilizzando la loro creatività e vendendo le opere in acquerello di Candelaria. Con i soldi guadagnati riescono a comprare una zattera su cui mettere la loro vecchia auto e raggiungono il Perù attraverso il Rio delle Amazzoni. Quattro anni dopo, con il loro primo figlio Pampa, arrivano finalmente in Alaska.


famiglia in viaggio

viaggio con la famigliaLa famiglia ha ormai deciso che la vita nomade è la strada che vuole percorrere, e presto Pampa ha un fratello, Tehue, e una sorella, Paloma. Le gravidanze non hanno mai impedito alla coppia di viaggiare. Anzi, proprio in occasione del parto di Paloma, hanno ricevuto uno dei più grandi momenti di benevolenza: l’ostetrica (la migliore del Canada, secondo Herman), conoscendo la loro situazione finanziaria, ha chiesto un compenso idoneo a coprire le spese del viaggio e niente più. Un episodio non isolato, se si pensa che sono 2.500 gli estranei che hanno aperto le porte di casa loro per farli dormire sotto a un tetto.


viaggi in coppiaWallaby completa infine la famiglia Zapp. 4 figli del mondo, nati in differenti continenti (USA, Argentina, Canada, Australia), per cui i genitori hanno un solo desiderio: “Questo è il dono più bello che stiamo dando a loro. Se li porti là fuori, cominceranno a sentirsi più sicuri sul mondo. Non dobbiamo insegnare loro ad avere paura. Dobbiamo insegnargli a correre qualche rischio... dovremmo costruire persone più avventurose, che desiderano scoprire, e a cui piace cambiare come vanno le cose”. Parole importanti, in un mondo interessato sempre di più a costruire confini e a chiudere i propri cittadini all'interno di quattro mura.

La famiglia Zapp, partita in due e arrivata a quota sei, sta ora godendosi la sua ultima tappa, l’Europa, prima di ritornare a casa per riabbracciare i propri cari. Non sanno come reagiranno a una vita più stabile, ma di sicuro non dimenticheranno tutte le persone conosciute in questi 17 anni e che desiderano aiutare, condividendo i loro sogni perché si possano realizzare. Proprio come è successo a loro.