Vivere nelle grotte in Spagna: le case hobbit della comunità di Sacromonte (Granada)

Vivere nelle grotte - realtà alternative in Spagna
Sopra le colline che sovrastano la pittoresca città di Granada vive una comunità di zingari che abitano case improvvisate. Case colorate con tetti in vari pezzi e panni stesi, alcune hanno un cancello davanti.

All’interno di caverne dove gente nomade vive in case improvvisate che sembrano case hobbit

Il fotografo e blogger di viaggi Matthew Karsten ha visitato la comunità e passato anche una notte nelle grotte. Molte caverne hanno elettricità ed elettrodomestici, alimentate da pannelli solari e o da energia di rete cablata.  All’incirca 30 – 40 individui abitano la comunità nel quartiere di Sacromonte mentre molti altri la visitano.

Vivere nelle grotte - realtà alternative in Spagna
Alcuni dei nomadi o zingari che stanno nella comunità, ci stanno per poco, come Anais dalla Germania.

Sulle colline che sovrastano la pittoresca città spagnola di Granada c’è una comunità di zingari che vive in fatiscenti case ricavate da grotte. All’incirca 30 – 40 persone abitano nella comunità di Sacromonte mentre nomadi e viaggiatori sono ospitati temporaneamente. Il fotografo e blogger viaggiatore Matthew Karsten ha deciso di visitare la comunità e passare una notte nelle montagne apprendendo un modo di vivere alternativo.

Vivere nelle grotte - realtà alternative in Spagna
La comunità si trova vicino al quartiere di Sacromonte che si creò nella zona dopo la caduta dell’impero moresco nel 1500.

La prima cosa che ha sorpreso Karsten è stata che le case rustiche, che ricordano quelle di Tolkien, sono abbastanza accoglienti. Molte caverne hanno elettricità, ricavata da pannelli solari e o da energia di rete presa da fuori. Frullatori, bollitori, lampade e televisori sono presenti, c’è acqua corrente e fuori dalle case servizi igienici, di solito in comune.

Realtà alternative in Spagna: vivere nelle grotte

Vivere nelle grotte - realtà alternative in Spagna
Sapore di casa: dentro le caverne che guardano il quartiere di Sacromonte i nomadi hanno decorato con stuoie e luci.

Il fotografo ha dichiarato che si respira un’atmosfera di “comunità, spiriti liberi ed espressione artistica”. Qui dominano inoltre “rigetto del materialismo, amore per la musica, condivisione e cura dell’ambiente”. Una vibrazione da “hippy moderni”.

Molti residenti vengono da varie zone, come Canarie, Germania e Senegal ed hanno incominciato a coltivare e decorare le loro nuove dimore.

[Un altra realtà alternativa in Spagna: Beneficio]

Una comunità aperta ma anche diffidente

Sebbene il fotografo fosse desideroso di conoscere molto della comunità, alcuni membri sono stati diffidenti. “Molti di loro sono stati accoglienti, altri no” ha detto. Sfortunatamente, infatti, più attenzione richiamano, più il loro stile di vita è osteggiato dal governo locale che li vorrebbe altrove. “È comprensibile che qualcuno non abbia gradito che io avessi una fotocamera”. Karsten ha poi anche aggiunto: “il loro spirito di comunità e la loro intraprendenza davvero mi hanno ispirato e il loro stile di vita mi ha incuriosito. Però non sono sicuro che sceglierei di vivere a lungo in una caverna, se non vi fossi obbligato”

La comunità si trova vicino al quartiere di Sacromonte (Granada) che si creò nella zona dopo la caduta dell’impero moresco nel 1500.

Famosa per gli spettacoli di Flamenco, la zona attira regolarmente turisti, desiderosi di vedere i colorati spettacoli delle case ricavate nelle grotte.

Altri viaggi di Karsten sono visibili nel suo blog.

Vivere nelle grotte, SFOGLIA LA GALLERY DI FOTO:

Le foto degli abitanti della comunità:

Altre storie di Hippies:

Leggi altri articoli di realtà alternative su Viaggiare con Lentezza.

About Redazione 208 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*