Il sentiero del re in Svezia – Kungsleden

slow, percorsi a piedi, avventure, cammini, escursioni, svezia, lentezza, viaggi lenti, viaggiare con lentezza

Un’epica escursione a piedi in Svezia

Il Sentiero del Re – Kungsleden è un percorso escursionistico della Svezia settentrionale, lungo circa 440 chilometri, tra Abisko (situato a nord) e Hemavan, più a sud. Esso passa attraverso la riserva naturale di Vindelfjällen, una delle più grandi aree protette d’Europa. In inverno, il percorso Kungsleden diventa praticamente una pista da sci.

Storia della Kungsleden

La storia del “sentiero del re” è legato strettamente all’Associazione Svedese del Turismo (Svenska Turistföreningen o STF). Questa associazione fu costituita nel 1885 da alcuni scienziati di Uppsala per facilitare l’accesso alle montagne svedesi. Dalla fine del XIX secolo, i membri della STF ebbero l’idea di creare una strada da percorrere a piedi attraverso le montagne della Lapponia svedese. Il percorso proposto doveva collegare l’attuale Abisko a Kvikkjokk. Fu la costruzione della linea ferroviaria Malmbanan, tra Kiruna e Narvik, nel 1902, a dare l’input ai lavori di questo progetto. Con fondi molto limitati a disposizione, furono costruite cabine e chalet, primi dei quali furono quelli di Abiskojaure e Kebnekaise nel 1907. Tra Abisko e Abiskojaure, il sentiero seguiva una vecchia strada utilizzata per il trasporto di materiali. Oltre alle casette, l’associazione ha provveduto all’acquisto di barche per i diversi laghi che si trovano fra Abisko e Vakkotavare.

Per il tratto tra Vakkotavare e Kvikkjokk, il progetto iniziale prevedeva di portare il sentiero nel mezzo del Parco Nazionale Sarek, con un cottage vicino al fiume Rapa, il cui attraversamento avrebbe richiesto una barca. I piani sono stati poi cambiati, in modo che il sentiero corra invece lungo l’estremità orientale del parco.

Il nome iniziale del percorso

Inizialmente, il sentiero non era segnato o nominato.  Nel 1920, in un libro sul Kebnekaise, il sentiero apparve con il nome di Alesvaggeleden. Nel 1928, senza alcuna cerimonia o inaugurazione ufficiale apparve per la prima volta il nome Kungsleden, questo con l’apertura della stazione di Kvikkjokk. La costruzione delle casette fu tutto sommato lenta, dati i limitati mezzi economici dell’associazione. Non c’era ancora un vero e proprio sentiero di cui parlare e il pubblico all’inizio non lo conosceva. Tuttavia crebbe rapidamente in popolarità.

Più tardi il sentiero del re si espanse. Nel 1941, andava da Abisko a Jäkkvik e all’inizio degli anni ’50, raggiungeva Ammarnäs. Alcuni escursionisti dell’epoca inclusero il Kungsleden in tutte le reti di sentieri STF in montagna, dal Cairn dei tre paesi a nord fino a Grövelsjön a sud. Nel 1975, il sentiero è stato ufficialmente esteso fino a Hemavan con la creazione della riserva naturale di Vindelfjällen. La sezione più a sud (tra Sälen e Storlien) tuttavia, viene talvolta chiamata Södra Kungsleden (letteralmente Sentiero del re meridionale).

Il Sentiero

viaggiare con lentezza, viaggio lento, slow travel, viaggiare con il cane, zaino in spalla, backpacker, escursioni, svezia con lentezza, turismo lentoLa Kungsleden si estende per circa 440 chilometri (270 miglia) tra Abisko a nord e Hemavan a sud. Il sentiero è ben segnalato e molte sezioni sono ben attrezzate e mantenute dal consiglio della contea di Norrbotten (Länsstyrelsen i Norrbotten). In alcune parti del percorso ci sono passerelle di assi che coprono terreni paludosi o rocciosi. Tuttavia, altre sezioni, più lontane dai punti di partenza, sono erose e rocciose (la difficoltà dell’escursione, quindi, aumenta). Ci sono ponti che attraversano torrenti non percorribili e durante la stagione estiva laghi e fiumi possono essere attraversati con barche a remi, queste fornite dal Countyboard of Norrbotten o dalla STF. Oppure si può noleggiare una barca dai privati del posto. Il sentiero invernale potrebbe variare rispetto a quello estivo. Alcuni laghi, infatti, non possono essere attraversati, o in quel periodo non è possibile noleggiare barche.

Il percorso è diviso in quattro parti. Ciascuna parte copre una settimana circa di viaggio. La parte più popolare è di gran lunga quella più a nord, tra Abisko e Kebnekaise. Di solito, la stagione (ovvero quando i rifugi/le capanne sono aperti) va dalla metà di giugno alla fine di settembre, le barche a remi a disposizione degli escursionisti sono disponibili dalla fine di giugno/inizio di luglio. Tuttavia il tempo può essere molto infido (puuò esserci neve tardiva o precoce). La stagione invernale va da metà febbraio a fine aprile.

Le Capanne

I rifugi sono stati costruiti lungo il sentiero, separati da una distanza che un camminatore potrebbe aspettarsi di coprire durante il giorno, circa 9-22 chilometri. I rifugi sono gestiti principalmente dalla STF. Con un piccolo contributo economico, è possibile piantare una tenda all’esterno delle strutture. In alcune di queste strutture (Alesjaure e Kebnekaise Fjällstation per esempio) si possono comprare provviste.

Lungo il percorso si possono trovare anche rifugi di emergenza.

Le capanne lungo il sentiero del re sono (da nord a sud):

  • Abisko
  • Abiskojaure
  • Alesjaure
  • Tjäktja
  • Sälka
  • Singi
  • Kaitumjaure
  • Teusajaure
  • Vakkotavare
  • Saltoluokta
  • Sitojaure
  • Aktse
  • Pårte
  • Kvikkjokk
  • Ammarnäs
  • Aigert
  • Servire
  • Tärnasjö
  • Syter
  • Viterskalet
  • Hemavan

Nota bene: non ci sono rifugi tra Kvikkjokk e Ammarnäs, che costituiscono circa 130 chilometri (81 miglia) dell’intero percorso

sentiero del re
By Shyguy24x7 – Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16056111

Vista panoramica dal rifugio Sälka sul sentiero Kungsleden

Da non perdere durante il cammino:

I punti salienti lungo il percorso, (a volte è necessaria una piccola deviazione):

  • Abisko: Ostello / stazione di montagna, moltitudine botanica durante l’estate, sci di fondo durante l’inverno. Da qui, è possibile arrivare a Nikkaluokta tramite escursioni su slitte trainate da cani durante l’inverno.
  • Kebnekaise: La montagna più alta della Svezia, 2.097 metri, e centro dell’alpinismo svedese, con il rifugio (Kebnekaise Fjällstation) ai suoi piedi.
    Parco Nazionale Sarek: parte del patrimonio mondiale del Lapponia. L’assenza di strade, sentieri o ponti lo rende un terreno per escursionisti esperti.
  • Kvikkjokk: Antico villaggio di contadini di montagna e ostello.
  • Hemavan e Tärnaby: Piccole città/villaggi con possibilità di escursioni in estate e possibilità di sci di fondo in inverno. Villaggio natale degli sciatori Ingemar Stenmark e Anja Pärson.

Come raggiungere il sentiero

  • L’accesso ad Abisko è in treno diretto da Göteborg, Stoccolma o Narvik. Abisko può anche essere raggiunta in autobus da Kiruna o da Narvik, che può essere raggiunta da un traffico aereo regolare.
  • Hemavan è facilmente raggiungibile in auto o in autobus da Umeå o Mo i Rana in Norvegia.[5] Alcuni autobus circolano solo durante la stagione estiva. L’aeroporto di Hemavan Tärnaby è l’aeroporto più vicino alla riserva e ha un volo al giorno, 6 giorni a settimana, da e per Stoccolma-Arlanda, con un tempo di volo di 1,25 ore.

Alcune località lungo il sentiero sono raggiungibili su strada o con i mezzi pubblici (alcune altre possono essere raggiunte anche con servizi di noleggio barche).

  • Nikkaluokta, a circa 33 chilometri del sentiero e a 20 chilometri (12 mi) da Kebnekaise è raggiungibile in autobus o in auto da Kiruna.
  • Suorva e Kebnats possono essere raggiunti in autobus o in auto da Gällivare.
  • Kvikkjokk è raggiungibile in autobus o in auto da Jokkmokk.
  • Jäckvik (Jäkkvik) può essere raggiunto in autobus o in auto da Umeå, Arvidsjaur o Fauske in Norvegia.
  • Adolfström può essere raggiunto in autobus o in auto da Arjeplog.
  • Ammarnäs può essere raggiunto in autobus o in auto da Sorsele.

Durante l’estate Jokkmokk, Arvidsjaur e Sorsele sono raggiungibili con il treno turistico The Inland Line.

kungsleden
By I, Nattfodd, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2474361

Il sentiero visto dal suo punto più alto, il passo Tjäktja

Articolo tradotto parzialmente dalla pagina wiki in inglese.


Potrebbe interessarti: le più famose escursioni del mondo

Vai alla sezione – percorsi escursionistici



About Redazione 339 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

1 Trackback / Pingback

  1. Le escursioni più belle del mondo – Viaggiare con lentezza

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*