venerdì 23 novembre 2012

FAMILINK travel! Il social network per le famiglie in viaggio.

familink travel

 Molte persone ci hanno scritto lamentandosi che i viaggi con lentezza non sono possibili per le famiglie: ci vanno soldi e ci va tempo. Nessuno nega che le responsabilità degli adulti e delle famiglie siano maggiori; emanciparsi dalla realtà, dagli obblighi coatti, dai vincoli della quotidiniatà per vivere un'avventura e per fare esperienze alternative a livello familiare, richiede scelte coraggiose; oggi però la rete di Internet può facilitare il superamento di questi ed altri ostacoli, rendendo la nostra vita più facile ed economica attraverso una serie di iniziative mirate. Riccardo Urbani di Familink Travel, ci parlerà della sua bellissima iniziativa tutta incentrata sulla famiglia ed il viaggio.

famiglie in viaggio
"Due anni fa abbiamo iniziato a “offrire”
 la nostra casa ad amici e a famiglie.  La cosa ci è piaciuta,
 ma più di tutto ci piacevano i momenti
insieme, quelli prima di lasciare la casa".
Wow, che bello, un sito che mette al centro del viaggio la lentezza! Quando Roberta ci ha chiesto di scrivere qualcosa su di noi, ho immediatamente acconsentito perché la lentezza è una parola bellissima. Mi ha sempre leggermente infastidito l’amico che parlando di un viaggio cominciava dicendo “Ho fatto la Cambogia, poi ho fatto la Thailandia”. “Ho fatto” mi suona da consumo frettoloso, da recordman o recordwoman del giro del mondo. In passato qualche volta ci sono cascato pure io, ma da diversi anni ho scelto il viaggio “curioso”, quello dove si usano i treni, i pulmann, quello dove chiedi a un residente
dove si può mangiare bene, lasciando nello zaino le guide turistiche, quello dove ti lasci consigliare dai “locals” che poi magari diventano amici. Da quando poi Diletta ed io stiamo insieme, abbiamo molto riflettuto su cosa è importante per noi, nel viaggio e nella vita. Ci piace vedere, visitare un paese e soprattutto ci piace vederlo insieme a chi ci vive e questo vale sia per una cittadina vicino a casa nostra, sia per un luogo dall’altra parte del mondo. Due anni fa abbiamo iniziato a “offrire” la nostra casa ad amici e a famiglie. La cosa ci è piaciuta, ma più di tutto ci piacevano i momenti insieme, quelli prima di lasciare la casa. Abitavamo a Vicenza e girare la città con queste persone, presentare loro i nostri amici, far loro conoscere trattorie, luoghi storici o attuali ci è piaciuto molto, anche perché spesso diamo per scontate delle cose che quando si è in compagnia di altri, prendono un altro colore. Guardare Piazza dei Signori con una famiglia di amici francesi mi fa sentire orgoglioso di Vicenza, del Palladio e della bellezza creata da tanti italiani. E poi l’idea di dare o ricevere amicizia, di incontrare persone e anche di essere ospitati o di ospitare gratuitamente è bello. E’ bello che non girino sempre soldi. Ci siamo accorti che gran parte del benessere non ha nulla a che fare col danaro (che comunque serve), ha a che fare con l’incontro, con lo scambio, col piacere di stare insieme, con lo scoprire persone, ambienti, con la curiosità.
Da tutto ciò è nata l’idea di creare una community che abbiamo chiamato Familink Travel. La famiglia è un altro punto cardine, famiglia nucleare, famiglia allargata, genitori separati con figli, fino ad adulti “singles” di ritorno. Forse perché Diletta ed io siamo adulti, ci siamo accorti che “l’adultità” dà un altro ritmo al viaggio e che almeno per noi l’anima del viaggio è diventata la curiosità, la voglia di conoscere persone e culture, di allargare i nostri orizzonti, di farci contaminare. Sarà forse che questo periodo ci stimola all’uscire, a guardare cosa c’è in giro. E le risposte sono sorprendenti: aldilà delle lamentazioni che si sentono quotidianamente sui media, c’è veramente un mondo che si muove, che apprezza il cambiamento, che guarda al presente con occhi fiduciosi o con sguardo critico, non per forza permeato dalla negatività.
In sintesi Familink Travel è partito da qui ed è un neonato, ha due mesi di vita, comincia a fare i primi passi, a conoscere il mondo ed a farsi conoscere. E’ una community di famiglie, sparse per il mondo che vogliono creare contatti, relazioni che possono trasformarsi in incontri, in visite, in approdi durante un viaggio, ma posso diventare anche viaggi di figli che intendono imparare una lingua presso una famiglia che vive in un altro paese, in vacanze organizzate insieme, nel dare una seconda casa ad un’altra famiglia per una vacanza breve o lunga che sia.
familink travel
E' bello che non girino sempre soldi.
Ci siamo accorti che gran parte del benessere non ha nulla
a che fare col danaro (che comunque serve), ha a che fare con
l'incontro, con lo scambio, col piacere di stare insieme,
con lo scoprire persone, ambienti, con la curiosità.


Anche il ritmo con cui la community sta crescendo è familiare, le persone leggono (siamo
 molto visitati), ci pensano e poi si iscrivono, senza frenesia. I fondatori siamo noi due, Diletta ed io, non siamo una multinazionale, siamo semplicemente una coppia con un’idea e con la voglia di realizzarla e l’energia per far crescere FLT ce la mettiamo noi e tutti quelli che stanno partecipando e si iscrivono. Anche se freschi di nascita, abbiamo già fatto molti incontri interessanti: la coppia di navigatori, la famiglia che abita lungo il percorso di Santiago de Compostela, il cileno residente in New Mexico, i 4 francesi che vivono in un’isola maltese. Stiamo conoscendo giornalisti e bloggers vitali e curiosi, viaggiatori appassionati dei nuovi modi di fare turismo, insomma si sta creando una bella rete e il bello è che tutti ne possono far parte, anche voi che ci state leggendo. FLT si trasforma in base a chi vi partecipa, a quello che ci mette dentro, a quello che gli iscritti vogliono che sia. Ecco, in breve questo è Familink Travel all’oggi, dateci un’occhiata, vedete se vi appassiona e se vi diverte, c’è spazio per tutti. Vi aspettiamo!
sharing economy

JOIN US ON FACEBOOK: