Brescia: un viaggio urbano tra contemporaneo ed antico

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

11 Cose da vedere a Brescia

Vorrei raccontarti di un posto un po’ dimenticato, fonte di stupore nei viaggiatori che ci si imbattono per caso: la città di Brescia. Ti farò da Cicerone per i suoi vicoli e le sue stradine, parlandoti dei monumenti, del Castello e delle tante attività culturali che, soprattutto negli ultimi anni, colorano e animano il centro storico in tutte le stagioni. Scoprirai un luogo dove antico e contemporaneo dialogano e si mischiano tra loro, creando realtà uniche ed interessanti.

1. Piazza della Loggia

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Partiamo da Piazza Loggia. Considerata un po’ il cuore della città di Brescia (per la bellezza e per la posizione), questa piazza prende il nome dal Palazzo della Loggia: un maestoso edificio bianco in stile rinascimentale. Durante la dominazione veneziana, il palazzo ospitava le udienze del podestà. Oggi è diventato la sede della giunta comunale bresciana. Se lasci alle tue spalle il palazzo, ti troverai davanti alla splendida Torretta dell’Orologio. La torre ospita, sia nel lato anteriore che posteriore, un antico orologio astronomico blu, verde e dorato. Sulla sua sommità si trovano i “Màcc de le Ure” (i matti delle ore), due omini di rame che scandiscono il tempo della città colpendo con un martello una campana di bronzo. Purtroppo Piazza Loggia è tristemente nota per l’attentato terroristico del 28 maggio del 1974 (durante gli anni di piombo). Per ricordare questa strage è presente una lapide commemorativa. Inoltre, abbassando lo sguardo, troverai ai tuoi piedi una serie di “targhe” (formelle) che partono dalla piazza e portano fino al Castello. In ciascuna di queste formelle sono incisi i nomi delle vittime del terrorismo in Italia, dagli anni di piombo in poi.

2. Piazza del Duomo (Piazza Paolo VI)

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Piazza del Duomo ha la particolarità di accogliere due cattedrali: il Duomo Vecchio e il Duomo Nuovo. Sono situati uno accanto all’altro anche se raccontano tempi storici differenti. Il Duomo Vecchio è una particolare struttura circolare in stile romanico costruita sopra una precedente basilica. Grazie alle sue caratteristiche, il Duomo Vecchio è considerato uno degli esempi più importanti di rotonde romaniche in Italia.
Il Duomo Nuovo ha uno stile barocco e la sua cupola è la terza più grande d’Italia. Di fronte alle cattedrali si affacciano molti bar con tavolini all’aperto, dove è bello sedersi per una colazione o un aperitivo immersi in un ambiente suggestivo. Inoltre questa piazza è inspiegabilmente la più fresca del centro, quindi te la consiglio per una passeggiata nelle sere estive. A pochi passi dalle cattedrali troverai il Palazzo Broletto, un edificio medievale oggi sede degli uffici del Comune. Il cortile del palazzo è sempre aperto ed accessibile al pubblico.

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

3. Piazza Vittoria

Un’altra piazza importante, non distante dalle prime due, è Piazza Vittoria. Il suo stile un po’ freddo e squadrato è dovuto al periodo storico in cui è stata costruita, ovvero il regime fascista. Questa piazza era stata pensata per le grandi adunanze cittadine, per questo motivo è molto ampia e presenta un arengario che veniva utilizzato come palco per gli oratori. L’Arengario è in pietra rossa e decorato da bassorilievi che raccontano la storia di Brescia. A Maggio, questo quadro un po’ grigio ed austero, si dipinge di vecchie autovetture colorate, turisti stranieri, giornalisti e gioia. Piazza Vittoria è infatti il luogo di partenza e di arrivo della Mille Miglia, una celebre gara di corsa di auto d’epoca che raccoglie partecipanti e visitatori da tutto il mondo.

4. Castello

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Il Castello è una delle mete più belle in cui sostare quando si visita Brescia. Credimi sulla parola, te ne innamorerai follemente. Costruito come fortezza in epoca medievale, il Castello si trova proprio a ridosso del centro storico, sopra un colle chiamato Cidneo. Per raggiungerlo a piedi, ti consiglio di passare per piazzetta Tito Speri (vicino a piazza Loggia) per poi imboccare le scalinate che portano alle sue mura. Ciò che amo di più del Castello di Brescia è il fatto che l’ingresso sia gratuito e che, per questo motivo, non sia solo una semplice attrazione turistica ma un luogo da vivere.

Al suo interno troverai abitanti del centro che passeggiano con il proprio cane, coppiette giovani o vecchie che ammirano il tramonto e persone che leggono un libro,disegnano, scrivono, o che semplicemente si godono la vista magnifica. Con l’arrivo della bella stagione, questo ambiente incantevole ospita un vero e proprio villaggio estivo (“Belvedere 030”) fatto di luci, carretti che vendono street food e musica dal vivo. In un’altra zona, invece, viene allestito un bellissimo cinema all’aperto. Se capiti a Brescia nel periodo tra luglio e settembre, il cinema in castello è un’esperienza che ti consiglio per concludere la giornata in modo speciale. Gli eventi culturali, però, non finiscono con la bella stagione: a Febbraio, per esempio, c’è un evento suggestivo (Cidneon, festival delle luci) molto atteso dai bresciani di cui ti parlerò meglio tra poco. Oltre a “vivere” il Castello, ci sono molte cose che puoi visitare al suo interno: il Museo delle armi, la Specula Astronomica Cidnea (primo osservatorio astronomico pubblico in Italia) e la Locomotiva. Quest’ultima è il primo esempio di monumento ferroviario in Italia e oggi si trova situata all’aperto, in un piazzale del Castello.

Info👉  https://www.bresciamusei.com/ncastello.asp?nm=26&t=Informazioni
Ingresso Castello: gratuito

5. Piazza del Foro e Tempio Capitolino

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Passeggiando per Piazza del Foro ci si sente un po’ persi dentro un altro periodo storico e questo provoca una piacevole sensazione di calma e nostalgia. In epoca romana, questa piazza era il centro civile e religioso, nonché luogo d’incontro per artigiani e mercanti. Qui troverai i resti del Tempio Capitolino, il Teatro Romano e il Palazzo Martinengo. Il Tempio Capitolino (o Capitolium) era destinato al culto di Giove, Giunone e Minerva. Dopo essere caduto in rovina nel Medioevo e in parte ricostruito con i resti ritrovati nel 1823, oggi ospita il Museo civico dell’Età romana. Affacciato di fronte al tempio, vedrai il Palazzo Martinengo: un palazzo nobiliare seicentesco sede di mostre d’arte temporanee.

Info:👉 https://www.bresciamusei.com/ncapitolium.asp?nm=177&t=Informazioni

6. Museo Santa Giulia

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Percorrendo la via adiacente a Piazza del Foro (Via Musei), raggiungerai il Museo Santa Giulia che, insieme all’area archeologica del Tempio Capitolino, è diventato Patrimonio Mondiale dell’Umanità. L’edificio, già di per sé molto suggestivo, era un tempo un complesso monastico femminile di origine longobarda. Visitare questo museo è come compiere una sorta di viaggio nel tempo che parte dalla Preistoria e arriva fino ai giorni nostri: vedrai la splendida Basilica di San Salvatore, statue romane (come la Vittoria Alata), antiche domus, chiostri medievali e migliaia di opere d’arte che comprendono reperti longobardi e celtici, mosaici ed affreschi. Inoltre, il Museo Santa Giulia ospita anche mostre temporanee d’interesse internazionale dove, a volte, vengono invitati e coinvolti gli stessi artisti per conferenze o performance artistiche (ad esempio il famoso fotografo Steve Mccurry o, più recentemente, l’artista e attivista curda Zehra Doğan).

Info:👉https://www.bresciamusei.com/nsantagiulia.asp?nm=176&t=Informazioni

7. Pinacoteca Tosio Martinengo

Un altro luogo che sicuramente non ti aspetterai di trovare in una città non molto turistica come Brescia è la Pinacoteca Tosio Martinengo (in Piazza Moretto, a soli dieci minuti a piedi dal Museo Santa Giulia). Questo palazzo cinquecentesco nasconde al suo interno opere di importantissimi artisti come Raffaello, Canova e Hayez ma anche quadri della pittura bresciana del Rinascimento. A fare da palcoscenico a queste opere, troverai delle ampie sale moderne dai colori accesi. Personalmente trovo molto affascinante il contrasto tra le opere e lo stile delle sale,sembra di trovarsi in un museo di una grande città europea.

Info:👉  https://www.bresciamusei.com/npinacoteca.asp?nm=35&t=Informazioni

N.B. Se si vuole, è possibile fare un biglietto che comprenda l’ingresso di quattro musei del centro: Museo di Santa Giulia, i musei del Castello, la Pinacoteca e il Parco Archeologico (Capitolium e Teatro romano). Biglietto per i 4 musei: Intero 20 euro, Ridotto (under 18, universitari e over 65) 12 euro.

8. Teatro Grande

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Camminando sotto i portici di uno dei corsi più frequentati del centro, ricco di negozi e piccoli bar (Corso Zanardelli), troverai le scalinate del Teatro Grande. Questo teatro è frutto di trecento anni di adattamenti e trasformazioni ma sorge nello stesso luogo dove si aprì il primo teatro pubblico. Tutto iniziò grazie all’Accademia degli Erranti, un’istituzione seicentesca che ottenne lo spazio per svolgere diverse attività culturali e sportive (come il ballo, lezioni di matematica, scherma, ecc.). Oggi è una struttura complessa e meravigliosa, ricca di sale sfarzose, specchi, dipinti ed affreschi che l’hanno resa un monumento nazionale.

Oltre agli spettacoli teatrali, è possibile assistere a concerti e ad importanti festival (come il Festival Pianistico Internazionale o la Festa dell’Opera). Durante i week end, il Caffè del Teatro (o Buvette) apre le sue porte a chiunque sia di passaggio e voglia fermarsi a bere una bevanda calda o un aperitivo. Si tratta di una saletta decorata da bellissimi dipinti ornamentali che, oltre ad offrire il servizio bar, è un vero e proprio caffè culturale dove avvengono incontri e conferenze. Nei mesi estivi, invece, è possibile organizzare una visita accompagnati da una guida che ti racconterà il teatro attraverso aneddoti e curiosità, portandoti anche negli spazi normalmente non accessibili al pubblico.

Info:👉  https://www.teatrogrande.it/informazioni/

9. MO.CA- Centro per le nuove culture

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Negli ultimi anni, Brescia sta vivendo una splendida rinascita grazie a nuove realtà giovanili, culturali ed artistiche. Il Mo.Ca è una di queste realtà e, pur non essendo una tipica meta turistica del centro, vorrei parlartene perché vale la pena visitarlo e conoscerlo. Arrivando all’incrocio tra via Moretto e via Cavour, vedrai un elegante palazzo di epoca barocca. Entrando, ti accoglieranno dei volontari che ti aiuteranno ad orientarti meglio e, se vorrai, ti forniranno informazioni sul luogo. Questo palazzo ha vissuto diverse metamorfosi: da salotto letterario della città, divenne la sede del Tribunale di Brescia per poi trasformarsi nello splendido centro culturale che è oggi. Il Mo.Ca promuove e crea progetti artistici e artigianali grazie alla collaborazione di giovani imprese culturali. Il cortile del palazzo e le sale affrescate sono diventate un magico luogo dove arte, musica, fotografia, cinema e teatro comunicano tra loro attraverso eventi aperti a tutti. Inoltre, viene anche coinvolta attivamente la realtà cittadina mediante corsi, incontri e progetti di varia natura.

Info:👉  https://www.morettocavour.com/contatti/

10. Chiesa di Santa Maria dei Miracoli

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Oltre alle due Cattedrali di Piazza Duomo, scoverai strade, angoli e vicoli disseminati di bellissime chiese come la medievale Chiesa di San Faustino in Riposo dalla forma conica (vicolo della Torre, Piazza loggia), la splendida e barocca Santa Maria delle Grazie (Via Grazie) e molte altre. Tra queste ce n’è una che, se non presti particolare attenzione, potrebbe sfuggirti nonostante la sua bellezza. Sto parlando della Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, incastrata tra gli edifici color pastello e i negozietti di Corso Martiri per la Libertà. Si tratta di una chiesa in stile rinascimentale. La sua facciata in marmo di Botticino (particolare marmo di Brescia, conosciuto anche a livello internazionale) è decorata finemente con motivi sia sacri che profani e ti lascerà a bocca aperta. Questa chiesa ha una storia particolare: dopo gli anni della peste, venne costruita appositamente per custodire il dipinto della Madonna col Bambino (trovato sulla facciata di un’abitazione) perché si credeva avesse poteri miracolosi.

11. Quartiere del Carmine

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Se davvero ti avessi portato fisicamente in giro per il centro di questa città, non ti avrei fatto concludere la serata senza portarti a bere qualcosa al Carmine. Questo quartiere storico, un tempo diviso tra palazzi nobiliari (ancora presenti) e botteghe di commercianti ed artigiani, cadde in degrado per diversi anni ma, dal 2001 al 2010, fu oggetto di un progetto di recupero che lo ha reso una interessante realtà multietnica, unica nel suo genere. Ecco cosa è accaduto negli anni: un vecchio cinema a luci rosse è diventato il cinema di film d’autore della città (Nuovo Eden), le strade si sono popolate di locali caratteristici e piccole botteghe d’artigianato e, infine, una chiesa sconsacrata si è trasformata nella sede di un centro d’arte contemporanea e street art (associazione C.a.r.m.e). Il quartiere del Carmine è abitato e frequentato da universitari, giovani e famiglie di migranti di diverse nazionalità. Oggi è diventato una delle mete della vita notturna del centro, grazie ai numerosi eventi che spesso animano le vie con musica dal vivo e performance artistiche.

viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, Brescia

Se invece sei una persona più modaiola, ho un’altra proposta per farti concludere la giornata: Piazzale Arnaldo, un’elegante piazza e centro di movida, ricca di locali interessanti dove fare aperitivo o fermarsi a mangiare qualcosa (tra questi, ti consiglio il Mercato dei Grani).

Piatti tipici Bresciani

Partiamo dall’aperitivo: quando ti siedi al bar, non chiedere uno Spritz ma chiedi un Pirlo e renderai i cuori dei bresciani pieni di orgoglio per te. Il Pirlo è il tradizionale drink della città ed è a base di vino fermo, Campari (o, in alternativa, Aperol) acqua gassata e una scorza d’arancia. Tra i vini, invece, ci sono il Lugana, il Garda classico e i famosi prodotti della Franciacorta.
La cucina bresciana è ricca di piatti caldi ed accoglienti, come le domeniche passate dai nonni insieme ai parenti. Uno dei piatti più caratteristici, infatti, è lo spiedo con la polenta taragna, piatto che ogni bresciano ha mangiato ad un pranzo di famiglia almeno una volta nella vita. Un altro piatto che ti consiglio vivamente di provare sono i casoncelli alla bresciana: ravioli ripieni di carne, pane grattugiato, burro e formaggio. Tra i dolci invece ci sono il Castagnaccio (dolce con farina di castagne, tipico delle zone rurali), la Bossolà e il biscotto bresciano (di cui ti consiglio di provare anche il gusto di gelato). Per un’eccezionale ed autentica esperienza bresciana a prezzi modici, ti consiglio l’Osteria Bianchi (storica osteria bresciana presente dal 1880, nei pressi di Piazza Loggia) e il “Dù dela Contrada” (Contrada del Carmine).

Inoltre non posso fare a meno di segnalarti che a pochi passi fuori dal centro troverai la Pasticceria Veneto di Iginio Massari, pasticciere bresciano conosciuto a livello internazionale.

Eventi culturali di Brescia

Come ti ho già accennato, Brescia è una città molto viva ed in fermento. Infatti, oltre alla famosa Mille Miglia, il centro è animato da eventi in ogni stagione. Tra questi ci sono:

  • viaggi lenti, viaggio lento, viaggiare con lentezza, slow travel, città da visitare, consigli, BresciaLa Fiera di San Faustino, tradizionale fiera che ogni 15 febbraio riempie il centro di una moltitudine di bancarelle, profumi dolci e salati, colori e migliaia di persone.
  • Il Cidneon, il festival internazionale delle luci che a febbraio, per nove sere, illumina il castello attraverso performance ed installazioni di light art (forma artistica che utilizza la luce come mezzo espressivo).
  • “La Strada”, festival internazionale dedicato al circo contemporaneo e agli artisti di strada. Si svolge a giugno ed invade tutto il centro di musica, teatro e danza.
  • La Festa della Musica e il MusicalZoo, due eventi di proporzioni giganti dedicati alla musica.
    • La Festa della Musica è un evento in onore della giornata internazionale della musica (21 giugno). Il comune mette a disposizione centinaia di palchi ad ingresso gratuito sparsi per tutto il centro (persino nella metropolitana) e la città risuona di concerti di qualsiasi genere musicale, attraverso la partecipazione di migliaia di artisti sia emergenti che affermati, provenienti da tutta Italia (ma non solo).
    • Il MusicalZoo,invece, è uno spettacolare festival urbano, artistico e musicale che si svolge in Castello e dura diverse serate nel mese di luglio. Essendo un evento molto atteso e partecipato, vengono messe a disposizione, fino alle tre di notte, delle navette gratuite che dal centro portano direttamente al Castello.
  • WoWomen Festival, evento che ha la finalità di creare uno spazio per promuovere e risaltare la presenza femminile nell’ambiente artistico, offrendo anche occasioni di dialogo e confronto. Nella giornata del 9 giugno, il Quartiere Carmine diventa palcoscenico di performance artistiche di ogni tipo: fotografia, poesia, illustrazioni, arti visive, musica, teatro e tanto altro.
  • Festa dell’Europa, in occasione della giornata della Festa dell’Europa (9 Maggio), per diverse giornate nel mese di Maggio si celebra la cittadinanza europea attraverso dibattiti culturali, eventi sulla poesia e musica dal vivo che si tengono in molte zone del centro.
  • La Festa dell’Opera, un evento culturale organizzato dal Teatro Grande con il fine di diffondere l’Opera al di fuori dei confini del teatro. Nel mese di Giugno, per una giornata intera, Brescia ospita centinaia di cantanti d’opera e li fa esibire in costume in varie zone del centro, anche attraverso flash mob dalle finestre sopra il teatro, nei bar e nella metropolitana.
  • Suonami, un progetto molto speciale che ha vita ogni anno in un mese differente. Per qualche giorno, in diversi angoli del centro, spuntano pianoforti che vengono messi a disposizione di chiunque voglia fermarsi a suonare. Grazie a questa iniziativa, è stato deciso di lasciare un pianoforte a disposizione dei passanti nella stazione della metro di Vittoria (l’unico che rimane tutto l’anno).

Dove parcheggiare?

Brescia ha un centro non solo facilmente percorribile a piedi ma anche ben collegato da un’efficiente metropolitana. Per questo motivo, se sei in macchina, ti consiglio di lasciare la tua auto in un parcheggio gratuito e goderti la giornata senza di lei. Puoi parcheggiare gratuitamente nei pressi della stazione (dove poi avrai a disposizione la fermata della metropolitana), oppure c’è il parcheggio del Castello che ti consente di iniziare il tuo giro da uno dei posti più belli del centro.

E ora? Si parte per davvero!

Siamo giunti alla fine, spero che questo “viaggio immaginario” ti abbia instillato la voglia di visitare questa magica città, dove tante cose bollono in pentola, all’insaputa di molti.

Sfoglia la Gallery di foto di Marta:


Vai alla Rubrica Cose da Fare Gratis nella tua città

Oppure torna al Blog

 

 

 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*