Palazzo di vetro (Madrid)

Palazzo di Vetro, Madrid, Unesco

Il Palacio de Cristal (“Palazzo di Vetro”) è una serra situata nel Parco del Buen Retiro di Madrid, oggi patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. A forma di croce greca, è stata progettata alla fine del XIX secolo dall’architetto Ricardo Velázquez Bosco, realizzata quasi interamente in vetro incastonato in una struttura di ferro su una base di mattoni decorata con ceramiche. La sua cupola rende la struttura alta oltre 22 metri. Oggi il palazzo non è più utilizzato come serra, ma per allestimento di mostre d’arte gestite dal Museo Reina Sofía .

Approfondimenti

Costruito nel 1887 su richiesta del Ministero dei Lavori Pubblici dall’architetto Ricardo Velázquez Bosco, Il Palazzo di Vetro era inizialmente una serra con una struttura in metallo e vetro, che fungeva da padiglione. Il suo scopo fu di ospitare una grande esposizione di piante esotiche (portate per l’Esposizione Generale delle Filippine tenutasi a Madrid), quindi di esporre la fauna di una ex-colonia spagnola. Il Palazzo di Vetro è oggi l’edificio più luminoso ed elegante del parco ed è costruito quasi interamente in ferro e vetro. Rappresenta anche, oggi come allora, l’esotismo, in un ambiente di progresso tecnologico, creando un’immagine di fantasia e irrealtà allo stesso tempo.

Architettura del Palazzo di Vetro

Dal punto di vista dell’architettura, il Palazzo di Vetro può essere considerato un noto esempio architettura del ferro in Spagna, imitando le linee del Crystal Palace di Paxton a Londra (un edificio spettacolare costruito in occasione dell’Esposizione Universale del 1851).

Con una pianta a croce greca, uno dei suoi bracci è stato rimosso per introdurre il portico d’ingresso ionico e per la costruzione delle volte a botte e della cupola vetrata a quattro campate.

Ci vollero 5 mesi per terminarla;  alta 22,60 metri, larga 28 metri e lunga 54 metri, con le navate laterali sono alte 14,61 metri è considerata uno dei migliori esempi di architettura in ferro e vetro in Spagna. Poggia su una base in mattoni decorata da un fregio in ceramica fine. Davanti ad esso si trova un piccolo lago artificiale in cui si trovano diversi esemplari di cipresso di palude.

Dopo l’esposizione, il Palazzo di Vetro fu utilizzato come sede dell’Esposizione nazionale biennale di Belle Arti. Nel 1936, divenne la sede dell’elezione di Manuel Azaña a presidente della Seconda Repubblica spagnola. Le Cortes erano diventate troppo piccole per ospitare l’assemblea mista di deputati e delegati e fu scelto il Palacio de Cristal per la votazione e l’inaugurazione.

Nel corso del 1975, furono eseguiti i lavori di restauro da parte di Ángeles Hernández-Rubio, responsabile del restauro dell’edificio.

Un secondo restauro, effettuato tra il 1984 e il 1998 da parte di José de la Dehesa, consolidò la struttura metallica, rinnovando i sistemi e gli impianti di sicurezza e reintegrando gli elementi decorativi, ceramici e di zinco.

Attualmente è una delle due sedi espositive del Museo Reina Sofía nel Parco del Retiro di Madrid, insieme al Palacio de Velázquez.


Visita ai tesori del Parco del Retiro


Orari di apertura:
Da maggio a settembre: da lunedì a sabato: dalle 11.00 alle 20.00. Domenica e festivi: dalle 11.00 alle 18.00.
Da ottobre ad aprile: da lunedì a sabato: dalle 10.00 alle 18.00. Domenica e giorni festivi: dalle 10.00 alle 16.00.
CHIUSO: martedì – 1 e 6 gennaio – 1 e 15 maggio – 24, 25 e 31 dicembre.
Prezzi: Gratuito

Per aggiornamenti o maggiori informazioni, visitate la pagine ufficiale in spagnolo 👉 (orari/tariffe).

È possibile raggiungere a piedi il Parco del Retiro e la sede del Palazzo di Vetro. Il viaggio dura circa 23 minuti.


Visita la sezione “Meraviglie del Mondo” oppure Patrimoni mondiali dell’Unesco



About Redazione 413 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*