Il sud del Laos, il luogo ideale per un viaggio lento

Tad champee, Laos, avventure, slow travel, viaggiare con lentezza, asia, sud-est asiatico

Nessun paese al mondo mi ha mai trasmesso un senso di pace e tranquillità come il Laos, l’ unico paese nel sud est asiatico insieme alla Birmania, ad aver mantenuto intatte le proprie tradizioni. Se raggiungerete questo luogo magico con un viaggio on the road, scelta fortemente consigliata, noterete una differenza abissale con le confinanti Thailandia, Cambogia, e Vietnam, luoghi in cui l’occidente è entrato prepotentemente negli usi e costumi di queste nazioni.

Paksè

Paksè è il centro principale del sud del Laos, ed è un’ ottima base di partenza per esplorare i dintorni, è ben connessa alla zona rurale dell’Isaan in Thailandia con un buon servizio di autobus, e connessa meno bene alla Cambogia, con servizio Bus poco chiaro e con scarsa frequenza di corse.

La città ha un’ atmosfera molto rilassata; il traffico, a differenza delle altre città asiatiche, è pari a zero, le strutture ricettive sono poche e per la maggior parte molto spartane, personalmente ho alloggiato al Lankham hotel, situato sulla via centrale, è un hotel in stile coloniale, davvero molto autentico, dove avrete una camera decente sui 10 euro a notte. Devo dire che è stata un’ ottima esperienza perché ti fa toccare con mano lo stile di vita laothiano, e tutte le recensioni negative che avevo letto su booking le ho trovate molto ingiuste, visto che a quel prezzo non so cosa si possa pretendere di più, anche perché per 30-40 euro in città si possono trovare anche un paio di hotel con standard occidentali.

Altipiano del Bolaven

La vera attrazione della zona non è ovviamente Paksè, che per quanto sia autentica offre poco, ma è l’altipiano del Bolaven, una distesa infinita di piantagioni di caffè, cascate mozzafiato e villaggi rurali, da girare con assoluta calma su una motocicletta a noleggio, o per i più allenati con una bella bicicletta. Siccome le distanze da coprire sono di quasi un centinaio di chilometri al giorno, sono sicuro che molti di voi opteranno per il mezzo a motore, e qui consiglio fortemente di noleggiare il mezzo da Miss Noy motorbike, si trova in centro a Paksè ed è gestito da un ragazzo francese simpaticissimo, che vive lì da anni. Sposato con una Laothiana, vi darà consigli
utili sui posti più belli da visitare del Bolaven. Con 10000 kip al giorno (10 euro) vi assicurerete una buona moto con una cilindrata sui 100cc, il minimo per muoversi da quelle parti.

Laos, slow travel, sud est asiatico, lentezza, bolaven

L’anello

Tad Fane , cascate, laos, sud est asiatico, meraviglieCi sono diverse possibilità per visitare questo magico luogo, alcuni scelgono di girare la zona e poi fare rientro a Paksè tutte le sere, in questo modo si ha la possibilità di vedere solo alcuni dei posti più belli che l’area ha da offrire, ma per visitare e assaporare con piena soddisfazione l’ altopiano del Bolaven consiglio di percorrere l’ “anello”. Si tratta di un itinerario che ho percorso con calma e tranquillità in tre giorni, dove ho pernottato nelle Guesthouse gestite dalla gente del posto, che sono quasi tutte situate in prossimità delle piantagioni di caffè, un’ esperienza unica che mi ha aiutato a conoscere le abitudini dei locals.

Le cascate qui sono stupende, la scenografica Tad Fane, la mia preferita, o Tad champee, un gioiello nascosto dove poter fare il bagno, o Tad Yuang, ideale per fermarsi a fare un pic nic, solo per citarne alcune. Il mio consiglio è quello di viaggiare con calma in questo luogo magico dove il tempo sembra essersi fermato, scambiando anche due chiacchiere con la ospitale gente del luogo, sempre pronta ad aiutarvi, anche se devo dire che le poche strade qui sono ben segnalate e poco trafficate. Da non perdere il sito dell’ Unesco Wat Phu, un sito archeologico in stile Khmer, dove una volta arrivati in cima al tempio, si potrà godere di un panorama mozzafiato.

Wat Phu, unesco, patrimoni, laos, slow, lentezza, avventure
Wat Phu sito Unesco

Per altri racconti di viaggio in giro per il mondo visitate il mio Blog
www.zerodogane.com
Luca Ottin

Leggi un altro racconto di Luca Viaggio lento in autostop nei Balcani


Ti piacerebbe condividere con noi il racconto di un tuo viaggio lento? Scrivici  📧 ✍️😊



About Redazione 414 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

2 Commenti

  1. Mi piacerebbe molto fare un viaggio come il tuo nel Sud-Est Asiatico. Mi sto mettendo soldi da parte e sto anche valutando se licenziarmi dal lavoro… Nel frattempo mi tengo carico con le vostre storie. Grazie

  2. Sono stata nel Laos purtroppo si era trattato di un viaggio “veloce”… Spero di ritornarci, ci ho lasciato un pezzetto di cuore

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*