Esplorando la natura danese: Il fascino del sentiero Mols-Bjerge Stien 🇩🇰

- @VCL

Se aneli a tuffarti nel cuore verde della Danimarca e vivere un’esperienza di paesaggi inediti e suggestivi, non puoi perderti il sentiero Mols-Bjerge Stien. Questo percorso, che si sviluppa nel cuore di un parco nazionale, è l’occasione perfetta per vivere un’avventura lenta che ti porterà a esplorare rigogliose foreste e ondulate colline, regalandoti panorami che tolgono il fiato.

Quest’estate abbiamo avuto il privilegio di esplorare il sentiero di Mols-Bjerge. Qui troverai le nostre impressioni, nella speranza che ti possano motivare a vivere questa avventura con lo stesso entusiasmo con cui l’abbiamo vissuto noi.

Dettagli del Percorso

  • Lunghezza: 80 km, suddivisi in 4 sezioni ufficiali ma da noi reinterpretati in 6 tappe per un’esperienza ottimale.
  • Perché sceglierlo: è una rarità in Danimarca trovare ampie aree forestali e collinose come quelle offerte da questo sentiero. I panorami mozzafiato sono garantiti!

Come arrivarci

Partendo da Aarhus, potrai raggiungere facilmente sia l’inizio che la fine del percorso grazie agli autobus diretti a Ronde ed Ebeltoft. I biglietti del bus sono acquistabili online (midttrafik.dk), a bordo del bus o tramite macchinette ad Aarhus. (Sull’autobus sono accettati solo contanti – corone danesi o mobile pay).

Orientarsi sul sentiero di Mols-Bjerge

segnaletica Mols-Bjerge Stien, Danimarca, slow, lentezza

Per chi desidera ulteriori informazioni o si trova in un punto meno segnalato, l’App del Parco Nazionale, disponibile in diverse lingue, può essere uno strumento molto utile. Oltre a presentarti una mappa dettagliata del percorso, l’app mostra anche i rifugi disponibili gratuitamente. In questo modo potrai assicurarti un viaggio ben pianificato e ricco di informazioni interessanti.

–L’app del parco nazionale di Mols Bjerge

Ulteriori risorse sono:

Inoltre, nellpunto di partenza e in alcune tappe intermedie ci sono punti informativi con mappe gratuite.

Uno dei numerosi punti informativi

Ristorazione

Mentre percorri il sentiero, potresti notare che i supermercati non sono sempre immediatamente accessibili, ma con una breve deviazione di un paio di chilometri, sono facilmente raggiungibili. Durante la nostra escursione, ci siamo fermati per fare acquisti a Ronde, all’inizio del percorso, poi a Knebel, deviando di 3 km, successivamente a Lyngsbæk Strand, dove abbiamo scelto di saltare un tratto del sentiero per raggiungere il supermercato, e infine a Ebeltoft, conclusione della nostra avventura. Nonostante si trovino in piccoli centri, questi supermercati accettano carte di credito e offrono un’ampia varietà di prodotti. Curiosamente, lungo il percorso, ci siamo imbattuti in offerte spontanee di frutta e verdura da parte di privati davanti ai loro orti, che richiedono un pagamento in contanti o tramite cellulare. E per gli amanti dei frutti della natura, il sentiero è adornato da numerosi alberi da frutto, come meli e prugne, e ci sono anche bacche selvatiche, ideali per uno spuntino rinfrescante.

–Il sentiero come lo abbiamo percorso: blu = sentiero originale, rosso = sentiero che abbiamo percorso, giallo = parti che abbiamo saltato, triangoli neri = luoghi di rifugio dove abbiamo dormito, quadrati gialli = supermercati dove abbiamo fatto la spesa.

Dove dormire

L’intero percorso si trova all’interno di un parco nazionale in cui non è consentito accamparsi ovunque.

Tuttavia, ci sono diversi rifugi che si possono utilizzare per dormire senza nemmeno montare una tenda, alcuni dei quali devono essere prenotati online, altri seguono il principio “chi prima arriva meglio alloggia”. Consigliamo di portare con sé una tenda, perché i rifugi possono essere già occupati (soprattutto quelli vicino al mare sono molto frequentati) e nei giorni più caldi la sera la tenda offre protezione dalle zanzare.

Nei rifugi in cui siamo stati, c’era sempre almeno un’altra persona che faceva escursioni.

–I rifugi sono dotati di acqua potabile e di servizi igienici compostati o, a volte, anche di normali servizi igienici con sciacquone. Per fare la doccia: abbiamo fatto il bagno in mare due volte e una volta nel lago Stubbe.

Mols-Bjerge Stien, mappa sentiero

–I triangoli neri rappresentano i luoghi di rifugio dove è possibile fermarsi a dormire.

Cosa ci è piaciuto di più del percorso

In soli 80 km, il sentiero Mols-Bjerge Stien ci ha permesso di esplorare una straordinaria varietà di ecosistemi. Ci siamo trovati ad attraversare foreste di maestosi faggi, passeggiare tra colline punteggiate da campi agricoli, attraversare villaggi con tetti di canne, ammirare prati in cui pascolano mucche e cavalli selvatici, godere di panorami mozzafiato e rilassarci sulle spiagge per un tuffo rinfrescante.

L’incontro con un vasto lago d’acqua dolce ha arricchito ulteriormente questa esperienza.

Abbiamo attraversato boschi di querce, sprofondato in radure e molto altro ancora.

Mols Bjerge

Il sentiero Mols-Bjerge Stien è stato sapientemente tracciato per offrire non solo la possibilità di esplorare questa diversità, ma anche la flessibilità di scegliere scorciatoie, anelli aggiuntivi o percorsi alternativi, tutti altrettanto incantevoli. Ma ciò che rende davvero eccezionale questo percorso è l’abbondanza di rifugi gratuiti lungo il percorso, pronti ad accogliere i viaggiatori stanchi, e la presenza di una segnaletica ben studiata che ci ha guidato in modo impeccabile.

Momenti e ricordi più belli del viaggio

La stagione in cui abbiamo affrontato il sentiero Mols Bjerge, precisamente a luglio, ha regalato al nostro viaggio un tocco di magia: i prugni e i lamponi maturi hanno arricchito le nostre colazioni mattutine, regalandoci una gioia autentica.

La natura stessa si è presentata come un quadro in continua evoluzione: i vivaci colori delle diverse piante selvatiche in fiore hanno dipinto un panorama unico, mentre il mare in lontananza ha catturato il nostro sguardo. La spiaggia di sabbia chiara, ornata da varie erbe e i campi dorati e maturi ci hanno regalato uno spettacolo di campagna incantevole.

Un particolare tesoro lungo il percorso sono stati i lamponi rossi, che si snodavano lungo il cammino e hanno aggiunto una deliziosa dolcezza alla nostra esperienza. Ma il culmine di bellezza è stato raggiunto nel cuore del parco nazionale, nella parte nord-ovest di Bogens, con una vista panoramica mozzafiato sulla baia di Ebeltoft, un momento che rimarrà indelebile nella nostra memoria.

Incontri lungo il Mols Bjerg Stien

L’incontro con altri escursionisti ha reso il nostro cammino ancora più memorabile. Durante le nostre passeggiate, abbiamo avuto l’opportunità di condividere momenti piacevoli con persone provenienti da diverse parti. L’ultima sera, abbiamo addirittura trascorso il tempo giocando a carte con alcuni danesi, una serata divertente che ci ha permesso di imparare qualcosa in più sulla cultura locale. Inoltre, abbiamo avuto l’opportunità di parlare con un abile costruttore di tetti di canne, il quale ci ha svelato che la creazione di un grande tetto richiede più di un mese di lavoro dedicato.

Nonostante il numero di escursionisti lungo il percorso, l’atmosfera generale non è stata affatto affollata. Eccezion fatta per il punto panoramico menzionato precedentemente, che presentava un parcheggio nelle vicinanze e quindi era maggiormente frequentato, abbiamo potuto godere di momenti di tranquillità lungo il tragitto.

Mols Bjerge Stien

Un aspetto particolarmente positivo è che solo una piccola parte del percorso si sviluppava su asfalto; la maggior parte del sentiero era costituita da sentieri stretti e strade di ghiaia e offre quindi un’esperienza autentica immersa nella natura.

Alcuni consigli per godersi al meglio il Mols-Bjerge Stien

  • Portate una tenda nel caso in cui i rifugi siano pieni.
  • Controllate il tempo, noi abbiamo avuto parecchia pioggia – portate con voi pantaloni da pioggia e magari un poncho aggiuntivo.
  • Prendetevi un po’ di tempo in più – il sentiero è percorribile in 4 giorni di camminata diretta, ma c’è così tanto da scoprire che è stato un bene averlo percorso in sei giorni. Se lo percorrete più lentamente, in 6/7 giorni, non avrete bisogno di alcun allenamento per questo cammino.
  • Abbiamo percorso il viaggio in un gruppo di tre persone, ma abbiamo incontrato molte persone che camminavano da sole. Grazie alla grande quantità di rifugi, questo sentiero è adatto anche a un gruppo di persone più numeroso, (da 6 fino a 8 persone).

Rifaremo sicuramente questo sentiero, dal punto di vista dei servizi offerti agli escursionisti è uno dei migliori che abbiamo mai percorso!

Galleria fotografica del sentiero Mols Bjerge


Leggi l’articolo sul sentiero Mols Bjerge 🔍


Esplora la sezione Viaggi a piedi 🚶‍♀️


 



About Redazione 568 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti. Scrivici ✍️😊📝

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*