Guadagni da Google AdSense: guida realistica per Nomadi Digitali

Quanto si può veramente guadagnare con Google AdSense? Un’Esperienza da Nomade Digitale

Guadagnare con Google AdSense – In quanto Nomade Digitale, ho adottato uno stile di vita che mi consente di coniugare lavoro e viaggio, evitando, almeno per ora, di avere una residenza stabile. “Viaggiare con Lentezza” mi ha offerto l’opportunità di esplorare vari progetti di volontariato. Questi, in cambio di una mano, mi hanno fornito vitto e alloggio gratuitamente, permettendomi così di risparmiare notevolmente sui miei costi mensili e di viaggio. Questa opzione, di cui non ero consapevole prima, ha portato una rivoluzione nella mia vita. Ma sto digressando. Probabilmente scriverò un altro articolo specifico per approfondire queste tematiche. Oggi, tuttavia, desidero ricambiare il favore fatto da “Viaggiare con Lentezza” condividendo con voi un aspetto fondamentale della mia esperienza: quanti guadagni si possono effettivamente ottenere tramite Google AdSense.

Guadagni da pubblicità online: quanto si guadagna veramente?

Ho deciso di sviscerare l’argomento dei guadagni con Google AdSense, una questione che solletica la curiosità di molti aspiranti Nomadi Digitali. Sarò schietto e realista: guadagnare significativamente da Google AdSense o piattaforme simili può essere estremamente arduo.

Quanto si guadagna? Il mio caso.🔍

Utilizzo Google AdSense come fonte di guadagno per due siti web di mia proprietà. Per garantire che questo articolo non sia considerato auto-promozionale, mi è stato chiesto di non condividere direttamente i nomi dei siti. Tuttavia, posso fornire una descrizione generale dei loro argomenti.

Il primo sito web che gestisco copre un’ampia gamma di argomenti sulla fotografia, includendo informazioni sui modelli di macchine fotografiche, nonché tecniche e consigli per scattare fotografie di qualità. Mi impegno a fornire contenuti informativi e coinvolgenti per aiutare i lettori a migliorare le loro abilità fotografiche.

Il secondo sito è un mio blog personale incentrato sui viaggi, dove condivido le mie esperienze fotografiche e racconto le avventure dei miei viaggi. Attraverso foto e scatti, cerco di catturare l’essenza dei luoghi che visito, condividendo storie, consigli e impressioni per ispirare altri viaggiatori.

Grazie a entrambi i siti riesco a ottenere circa 35.000 visualizzazioni al mese e 600-700 clic. Questo mi permette di guadagnare 200€, il che, considerando le circostanze attuali, è ancora un risultato soddisfacente.

Prima della crisi della Silicon Valley del 2022-2023 e le restrizioni ai cookie imposte dal GDPR e da altri garanti della privacy, era possibile guadagnare fino a 350€ al mese con gli stessi click e visualizzazioni. Tuttavia, purtroppo, quelle condizioni favorevoli sono ormai finite.

Si tratta comunque del mio caso. I guadagni effettivi dipendono da molti altri fattori, come ad esempio gli argomenti trattati. Un sito che parla di automobili, per esempio, potrebbe portare agli stessi guadagni con meno click e visualizzazioni (non sono sicuro al 100% ma è possibile).

Quanto lavoro ci va per guadagnare 200€ con AdSense?

Per i miei progetti web, dedico generalmente 1-2 ore al giorno, quasi tutti i giorni. Quindi, con un semplice calcolo mentale si può vedere quanto lavoro ci vada per ottenere quei 200€ di guadagno…

Quanto tempo ed energia bisogna dedicare per ottenere quelle visualizzazioni e guadagnare quelle cifre dipende da diversi fattori.

  • L’abilità dello scrittore,
  • la qualità dei contenuti
  • la richiesta online delle informazioni presenti negli articoli e nei post

Quest’ultimo punto gioca un ruolo fondamentale. Bisogna scrivere articoli utili. “Content is king” come ha detto Bill Gates in un’intervista nel’96.

A volte non è necessario essere dei bravi scrittori, ma se si condividono informazioni utili e difficili da trovare altrove, si può ottenere un buon flusso di visualizzazioni.

Il ruolo dei social network

Ho avuto modo di conoscere alcuni digital nomad che si dedicano al content creation come lavoro a tempo pieno, e mi hanno rivelato di trascorrere molto tempo su social network come Instagram, Facebook e TikTok. Questi canali possono essere ottimi trampolini di lancio per promuovere i propri articoli, o video, e ottenere un maggior numero di visualizzazioni. Tuttavia, è importante farlo in modo intelligente e rispettoso.

Ora, vorrei sottolineare che Google AdSense non è la mia occupazione principale, ma una risorsa che utilizzo per concedermi qualche sfizio. Sono consapevole che alcune persone di talento riescano a sfruttare il sistema per guadagnare cifre notevoli in modo legittimo e facendo qualcosa di socialmente utile. Purtroppo, non è il mio caso.

Guadagni ottimali con Google AdSense

Ho sentito dire che sono necessarie almeno 40.000 visualizzazioni al giorno per guadagnare tra 1000€ e 2000€. Questo è il totale delle visualizzazioni che riesco ad ottenere io in un mese lavorando su due siti diversi. Quindi, buona fortuna nel raggiungere quei livelli!

Tuttavia, insisto nel sottolineare che queste sono solo “voci di corridoio” e la realtà potrebbe essere molto diversa, sia in positivo che in negativo.

Esistono alternative a Google AdSense?

Ci sono diverse alternative che potete considerare. Ad esempio, ho provato Media.net, ma posso dirvelo sinceramente? È una grande perdita di tempo. Al momento, la piattaforma migliore per guadagnare online attraverso gli introiti pubblicitari rimane ancora Google AdSense. Vi consiglio di concentrarvi sempre e solo su quella.

Tuttavia, se avete esperienze diverse o suggerimenti da condividere, sentitevi liberi di esprimervi nei commenti. Sono aperto a sentire le vostre opinioni.

Aspirazioni da digital nomad & content creator

Se aspirate a diventare nomadi digitali, non consiglio di fare affidamento esclusivamente a Google AdSense. Per guadagnare una somma significativa, è necessario dedicare un’enorme quantità di tempo e lavorare intensamente sui social network (che a mio avviso stanno diventando sempre più tossici e ciò può compromettere la salute mentale). Tuttavia, Google AdSense può essere un buon modo per arrotondare i guadagni scrivendo articoli su argomenti che vi appassionano. Con i soldi guadagnati da Google AdSense, potrete permettervi di mangiare una pizza fuori una volta al mese o acquistare quelle scarpe da trekking della Solomon da 200-300€ che avete sempre desiderato!

nomadi digitali, scarpe da trekking, escursioni, escursionismo

Il futuro dei content creator è (probabilmente) la forma video

Se siete determinati a diventare nomadi digitali, soprattutto come content creator, il modo più efficace è attraverso YouTube (o Twitch). Creare contenuti video richiede un impegno maggiore, ma se si è bravi, è possibile ottenere un numero significativo di visualizzazioni e potenziali sponsorizzazioni.

Guadagnare con Google AdSense

Un trend in voga fra le persone che cercano di guadagnarsi da vivere con internet è la creazione di video ASMR.

artista ASMR, Guadagnare con Google AdSense, YouTube

Per fare ASMR non ci vanno molte competenze tecniche, laurea o esperienza. Detto banalmente, bastano una fotocamera, un buon microfono e sussurrare parole dolci davanti a una telecamera! E no, non è necessario essere una ragazza, o avere un aspetto attraente. Guardate quanto successo ha questo ragazzo di media bellezza. Oppure questo barbiere. O quest’altro ragazzo decisamente paffutello.

Chi lo sa, se riuscirò a mettere da parte la timidezza, magari un giorno ci proverò anche io. La richiesta per questi video è decisamente in aumento e c’è sempre bisogno di nuovi contenuti che aiutino le persone ad addormentarsi.

Conclusioni

Realizzare il sogno di diventare un content creator e vivere della propria passione è, a mio avviso, una delle esperienze più gratificanti. Tuttavia, uno dei metodi più efficaci e “sicuri” per generare reddito come nomade digitale è attraverso l’impiego presso un’azienda che favorisce la flessibilità lavorativa, permettendoti di operare da qualsiasi luogo.

Quando si gestisce un’attività in autonomia, è facile ritrovarsi a lavorare per 10-12 ore al giorno, incluso durante i fine settimana. Al contrario, quando si è impiegati, il proprio tempo libero tende a essere più “protetto”.

La transizione a un modello di vita di viaggiatore indipendente può presentare sfide significative, ma con un’adeguata dose di determinazione, è possibile raggiungere questo obiettivo. Per coloro che, come me, hanno competenze in programmazione, le opportunità per entrare nel mondo dei nomadi digitali sono abbondanti.

Guadagnare con Google AdSense

Un saluto a tutti gli aspiranti content creator e nomadi digitali. Auguro a voi tutti buona fortuna nella ricerca di un lavoro che vi permetta di viaggiare… ovviamente con lentezza!


Visita la sezione sui Digital Nomads 💻🐫




About Davide Fiore 19 Articles
Mi chiamo Davide. Sin da sempre ho coltivato uno spirito indipendentista e ribelle che mi ha spinto a lavorare come programmatore in modalità remota. Oltre alla mia passione per il coding, mi dedico alla fotografia nel mio tempo libero e naturalmente adoro il cinema. Amo immergermi nell'atmosfera dei concerti (adoro la musica dal vivo e l'energia che si sprigiona da essi). Faccio migliaia di altre cose, ma sarebbe impossibile scriverle tutte qui!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*