Le colossali teste megalitiche del Monte Nemrut in Turchia

monte nemrut, Turchia, statue colossali, viaggi di gruppo, tramonto, alba
- Foto di Serhat Tuğ (pexels)

Le colossali teste megalitiche del Monte Nemrut sono parte di un affascinante sito archeologico nel sud-est della Turchia. Questo sito, risalente al I secolo a.C., è attribuito al re Antioco I Theos di Commagene, un piccolo regno che un tempo esisteva tra gli imperi romano e partico. Le teste fanno parte di un complesso santuario più ampio che include un tumulo (mound funerario*) e diverse terrazze.

Monte Nemrut, statue colossali
– Foto by Enes çimen  

Le statue del Monte Nemrut

Le terrazze sono decorate con statue che rappresentano un mix di divinità greche, armene e persiane, che simboleggiano le influenze culturali della regione. Le caratteristiche più sorprendenti sono le massicce teste in pietra, che si ritiene siano cadute dai corpi delle statue a causa di alcuni terremoti. Queste teste, alcune delle quali misurano fino a 2 metri di altezza, raffigurano divinità e, probabilmente, lo stesso re Antioco.

Monte Nemrut, statue
– Foto by Bozan Güzel 

Come sono state costruite queste statue?

Le statue, che rappresentano varie divinità greche e persiane, così come il re Antioco I stesso, sono state scolpite da grandi blocchi di pietra calcarea. Questi blocchi sono stati poi trasportati sul Monte Nemrut, un’impresa di per sé notevole data la loro mole e il terreno impervio. Una volta sul posto, gli artigiani hanno lavorato i blocchi per dargli la forma desiderata.

Le teste delle statue, che oggi si trovano sparse ai piedi dei corpi, originariamente erano collocate in cima ai corpi seduti. Si crede che siano state dislocate dalle loro posizioni originali a causa di terremoti o di altri eventi naturali nel corso dei secoli.

Come era di moda per i monumenti religiosi, più si era vicini al cielo e meglio era. Il sito include una grande tumulazione o tumulo, che si pensa contenga la tomba di Antioco. Questo tumulo è composto da una massa di pietre frantumate, coprendo ciò che si ritiene essere una struttura sepolcrale sotterranea. Non solo si trova in cima alla montagna più alta della zona, ma re Antioco la fece innalzare di altri 50 metri aggiungendo un tumulo conico. Da allora, una decina di metri sono andati perduti a causa dell’erosione umana e naturale.

Monte Nemrut
– Foto by Ayşe Nurdan Kösehan  

Il Monte Nemrut è particolarmente interessante per la sua fusione di stili artistici ellenistici e persiani. Questo riflette il sincretismo culturale e religioso di un regno che cercava di mantenersi in equilibrio in mezzo a potenti regni confinanti, quello Romano e Persiano.

È stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1987.

– Foto by Onur Polat 

Come raggiungere Monte Nemrut?

Il Monte Nemrut è situato vicino alla moderna città di Adıyaman tra le alte vette della catena montuosa del Tauro orientale nel sud-est della Turchia. Altre città vicine sono quelle di Malatya e Gaziantep (dotate di aereoporti). Posizione del sito archeologico su GoogleMaps 📍

Distanze approssimative dal Monte Nemrut:

  • 1200 km da Istanbul
  • 600 km dalla Cappadocia
  • 750 km da Ankara
  • 100 km da Malatya
  • 85 km da Adıyaman
  • 240 km da Gaziantep
  • 180 km da Urfa

Ci sono minibus che portano alle strutture alla base della vetta, dove c’è anche un rifugio dove si può dormire insieme a un cafè e ai servizi igienici. Ci sono anche pullman che portano i turisti sulla Terrazza Ovest al tramonto.

La Terrazza Ovest dista 20 minuti a piedi dal parcheggio. Questo è il lato in cui si trovano la maggior parte delle teste di pietra che si vedono nelle fotografie. Un consiglio: in cima alla montagna fa freddo e tira vento, anche in piena estate. Portatevi dietro abiti caldi. E una torcia portatile vi sarà utile se scalate la vetta nell’ora buia prima dell’alba.

Vale la pena dormire sul Monte Nemrut?

Sì. Anche se non c’è molto da vedere oltre alle terrazze, dopo la partenza dei gruppi turistici, il luogo rimane in silenzio e godersi l’alba in solitudine può essere davvero speciale. La luce del primo mattino è impareggiabile.

– Foto di Serhat Tuğ (pexels)

*Un “mound funerario” è un tipo di struttura antica, tipicamente un tumulo di terra e pietre, eretto sopra una tomba o più tombe. Questi tumuli sono spesso associati a culture preistoriche e antiche in diverse parti del mondo. I mound funerari variano in dimensioni, dalla piccola collina alla grande collina artificiale, e possono contenere singole o multiple sepolture.


Visita la sezione “Meraviglie del Mondo” oppure Patrimoni mondiali dell’Unesco 🏛️

About Redazione 586 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti. Scrivici ✍️😊📝

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*