Che utilità, da un punta di vista evolutivo, ha la barba nell’uomo?

barba, biologia, evoluzione, perché, uomo, uomini, modello
A cosa serve la barba? Questo articolo è apparso per la prima volta come risposta ad una domanda su Quora; in quanto suo autore ho deciso di ripubblicarlo qui su VCL

A cosa serve la barba – Cosa dice l’evoluzione

Si presume che milioni di anni fa la barba rendesse l’aspetto dei nostri antenati (ominidi) più spaventoso. In poche parole, fungeva da avvertimento. Più c’è l’avevi grande e strana, più intimorivi gli avversari, un po’ come fanno i canti dei grilli: più sono rumorosi e più i competitors maschi se ne stanno alla larga (anche se chi emette il canto non è necessariamente il più forte).

È anche plausibile che in passato le femmine fossero state attratte da maschi con una barba bella folta. La barba, infatti, era (e forse è tutt’oggi) un marker sessuale, cioè un elemento del corpo che segnala la maturità sessuale dell’individuo (come il seno e i fianchi larghi nel caso delle donne).

Oggi sappiamo anche che “il pelo”, in generale, ha funzioni anti-batteriche molto importanti: è per questo che suggerirei a molti adolescenti di non radersi il viso (e le parti intime) durante la pubertà: sospetto che avrebbero meno brufoli e contrarrebbero meno infezioni.

A cosa serve la barba

Ritorniamo alla domanda. Oggi la barba è solo un ornamento sessuale che piace alle donne?

No. Anche perché la barba non piace a tutte le donne.

C’è una cosa che ha preso il sopravvento sulla nostra specie ad un certo punto della nostra evoluzione: la cultura.

Già a partire da 100.000/50.000 mila anni fa pare che i Neanderthal abbiano iniziato a radersi con pietre di ossidiana. Recentemente alcuni studiosi hanno documentato ritrovamenti di piume decorative usate dai Neanderthal probabilmente nelle loro acconciature. Non sarebbe così inappropriato avanzare ipotesi di primitivi aggiustamenti del complesso barba/baffi.

La nostra specie invece ha cominciato a conciarsi capelli e viso nelle maniere più varie e disparate a partire da circa 50.000 anni fa, e da quel momento in poi è stato boom culturale.

Con l’avvento della cultura, la barba ha perso il suo ruolo di marker sessuale e dissuasore di nemici e farsela crescere è diventato un optional.

A cosa serve la barba

La cultura della barba

I gusti delle donne in fatto di barba hanno cominciato a dipendere dalla cultura di appartenenza o dalle loro esperienze di vita.

Ho notato che bambini e bambine cresciuti con papà senza barba, non essendo abituati alla vista di quest’ultima, si intimoriscono davanti a individui con folti peli sul viso (ho spaventato tanti bambini, poverini…).

Viceversa se nella tua cultura, o sub-cultura, o esperienza famigliare si è abituati a vedere “barboni folte”, allora la barba può anche essere una forma di bellezza.

Insomma, dipende dal tuo background culturale.

Per quanto mi riguarda, quando ero piccolo sono stato condizionato ad apprezzare la bellezza del glabro: un fisico bello, per me, era rappresentato da quello del nuotatore olimpico: spalle larghe e corpo completamente depilato.

Vedere spuntare i primi peletti sul mio viso è stato un trauma, così come avere molti peli sulle gambe e sul petto.

Col tempo ho frequentato altri ambienti, ho viaggiato, letto molto, e ho capito che era tutta una questione relativa: l’ambiente dove viviamo ha una grossa influenza sul nostro modo di pensare, di vivere, di vestirci e comportarci.

Quindi i miei gusti sono cambiati: un po’ per pigrizia, un po’ per autostima e auto-accettazione, un po’ per aver appreso e apprezzato nuovi modelli, la barba me la lascio crescere (ma moderatamente) e mi piaccio così.

Mi sento anche fortunato ad avere una ragazza a cui la barba piace.

Un consiglio (forse banale): se siete innamorati di una donna cercate di capire quali siano i suoi valori e i suoi gusti: questi -lo ripeterò- dipendono in larga misura dall’ambiente in cui vive/ha vissuto, dalla sua cultura, dalla sua famiglia, ecc.

Non partite subito con l’idea che alla donna piaccia la barba!

In questo periodo la barba sarà pure tornata di moda ma non sarà così per sempre, poiché la moda è passeggera e in costante cambiamento.

Per approfondimenti: https://www.readersdigest.co.uk/lifestyle/fashion-beauty/the-evolution-of-beards#:~:text=BC%20Beards&text=Scientists%20believe%20that%20prehistoric%20man,as%20a%20form%20of%20punishment.


Vai al blog




About Simone Dabbicco 54 Articles
Viaggiatore, wwoofer e ragazzo curioso da Torino. In viaggio dal 2009, amo scrivere articoli su paesi, comunità, famiglie e villaggi ecologici dove si vivono culture e stili di vita diversi. Per saperne di più sfoglia il blog, oppure cercami su Facebook.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*