Brun ná Boinne, uno dei più importanti siti archeologici d’Irlanda

siti archeologici, meraviglie del passato

“La dimora del Boyne”

Brun ná Boinne è il sito archeologico più importante d’Irlanda (nonché uno dei siti archeologici più importanti del mondo). Si tratta di una grande necropoli neolitica che serviva a conservare i resti dei capi tribù. Secondo gli archeologi risale al 3.200 a.C. circa. In particolare, la tomba di Newgrange rappresenta il più grande tumulo funerario, con i suoi circa 80 metri di diametro e 13 metri di altezza.

Il sito è stato abbandonato per migliaia di anni fino a quando, durante il Rinascimento, è stato riscoperto da un piccolo gruppo di persone che cercavano pietre per costruire le proprie case. Quando la videro per la prima volta, la descrissero semplicemente come una grotta, ma col passare del tempo, i ricercatori moderni sono riusciti a riportarla al suo status originale. Oggi gli esperti preferiscono descriverla come un antico tempio.

dimora del boyne, newgrange, sito archeologico
By Shira – Own work, CC BY 2.5 pl, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=760542

Maggiori informazioni sul sito archeologico di Brun ná Boinne

Gli uomini che costruirono La dimora del Boyne utilizzarono le pietre del posto, quarzite bianca, proveniente da Wicklow, 70 km più a sud. Sembra che la pietra sia stata portata dal mare e dal fiume Boyne. All’interno del tumulo c’è un passaggio di 19 metri, che porta a una camera a forma di croce: questa camera sepolcrale ha un tetto a sbalzo che si alza fino a sei metri e rimane intatto dal tempo della costruzione di Newgrange. L’intero edificio ha un complesso sistema di drenaggio che ha impedito all’acqua piovana di entrare all’interno.

By Jean Housen – Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=27678615

Il sito ha un orientamento astronomico che non è affatto casuale: ogni anno, la mattina del solstizio d’inverno, la luce del sole entra nel passaggio interno e illumina il pavimento della camera cruciforme per più di un quarto d’ora, aumentando di intensità man mano che l’astro sale nel cielo.

CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=142744
By Giorgio Galeotti – Own work, CC BY 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=61896743
Par Dagmar Willhalm — Travail personnel, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2270189
Par Sitomon — Travail personnel, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2592181

Vai alla sezione Meraviglie del Mondo o siti patrimonio dell’Unesco



About Redazione 414 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*