Il Parco delle cascate di Molina

parco delle cascate di molina, geologia, italia, escursioni, archeologia, avventura, spunti di viaggio, nord, cascate

Il luogo ideale per una passeggiata in famiglia immersi nella natura

Il Parco delle Cascate si trova sull’altopiano dei Monti Lessini (Verona), tra i 400 e 600 metri di quota; si raggiunge in pochi minuti a piedi dal borgo medievale di Molina di Fumane ed è il luogo ideale per una passeggiata con gli amici o la famiglia, immersi nella natura e nella tranquillità del bosco. Il Parco offre al visitatore un ambiente incontaminato, pervaso dall’eco delle numerose cascate, con pozze cristalline e torrenti scroscianti, forre fresche e bianchi dirupi rocciosi. I visitatori possono scegliere sentieri diversi, ben segnalati ed intervallati da punti di sosta, per godere della frescura delle acque e del torrente.

Un sito di importanza comunitaria

Il Parco delle Cascate fa parte del Parco Naturale Regionale dei Monti Lesini e rientra nella rete ecologica denominata Natura 2000, istituita dall’Unione Europea per garantire il mantenimento a lungo termine o il ripristino degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati a livello comunitario. Sono oggetto di particolare tutela la vegetazione delle pareti verticali e i boschi, oltre a mammiferi come i pipistrelli e alcuni rapaci come il Gufo reale e il Falco pellegrino. Sono protetti il Gambero di fiume, un crostaceo che predilige i tratti puliti e ben ossigenati dei torrenti, e anfibi come l’Ululone dal ventre giallo e la Rana dalmatina.

Il borgo di Molina: più di un millennio di storia

Molina è uno splendido piccolo borgo interamente costruito con la pietra della Lessinia, seguendo regole e saperi antichi. La presenza di un centro abitato legato alla produttività dei mulini della valle è accertata già a partire dall’anno 920 ed e stata costante nei secoli. ll Molin de Lorenzo e il seicentesco Molino dei Veraghi sono stati restaurati e aperti al pubblico per restituire al visitatore l’atmosfera vivace degli antichi opifici. La malga è aperta al pubblico e utilizzata per produrre formaggio a scopo didattico e per la vendita diretta di prodotti caseari della Lessinia.

Le Grotte Abitate

Le rocce del Parco si sono formate per sedimentazione sui fondali di antichi mari e hanno portato con sé, nelle fasi di emersione, progressivo innalzamento e formazione dei rilievi, resti fossili spesso visibili sulle superfici delle lastre e dei conci di pietra. parco delle cascate, verona, fiumane, molina, geologiaIl paesaggio attuale è la conseguenza dei processi di erosione e dissoluzione da parte dei corsi d’acqua superficiali che hanno creato dei veri e propri canyon.

Archeologia

Il Parco delle Cascate è ricco di grotte naturali, in alcune delle quali sono state rinvenute tracce importanti delle frequentazione umana di gruppi di cacciatori-raccoglitori nomadi a partire da almeno 100.000 anni fa; più tardi i ripari rocciosi sono stati utilizzati per abitati sempre più stabili, per le sepolture o forse, come nel caso nei maestosi e panoramici Coaloni, come area di controllo sulla valle sottostante e sul passaggio degli animali.

Il parco delle cascate di Molina: un parco pieno di vita

Nel Parco si alternano ripidi versanti rocciosi, con piante altamente specializzate che trovano nelle rocce l’unico ambiente in cui riescono a sopravvivere, e l’ambiente umido ed ombroso del fondovalle con specie forestali e un sottobosco ricco di muschi e felci. Un ambiente così diversificato ospita animali carnivori come volpi, faine, donnole e altri mammiferi come lepri, tassi, cinghiali e caprioli, oltre a scoiattoli, ghiri ed altri piccoli roditori.

Sono presenti varie specie di pipistrelli e uccelli come il Falco pellegrino e il Gufo reale, il Merlo acquaiolo e la Ballerina gialla. La presenza costante di acqua e la morfologia dei luoghi favoriscono la presenza di molti macro-invertebrati e crostacei come il Gambero nero. Alcune aree, come il Doppio Covolo, sono ambienti fragili e sottoposti alla massima tutela, prediletti da anfibi come la Salamandra pezzata, l’Ululone dal ventre giallo e la Rana dalmatina.

I molini di Molina e la Malga

Molina deve il suo nome ai numerosi mulini che, per almeno un millennio, hanno operato in paese e nell’intera valle: una mappa del 1735 ne riporta ben diciassette, mentre all’inizio del ‘900 ne funzionavano ancora nove. I mulini di Molina erano dotati di strumenti diversi, a seconda della loro funzione (macina, segheria, maglio, follatoio, torchio…). La malga turnaria, istituita nel 1871, rimase attiva per circa un secolo ed era adibita alla lavorazione del latte e dei suoi derivati con un sistema collettivo tipico dette zone di montagna.

Regole per una buona visita

Nel Parco ci sono sentieri di diverse difficoltà, con un dislivello minimo di 150 metri e massimo di 350 metri: puoi scegliere in base alle tue condizioni di salute e alla tua preparazione. I sentieri del Parco sono percorribili solo a piedi (i passeggini arrivano solo fino all’ingresso). E’ consigliabile portare con sé un marsupio o uno  zainetto con acqua e del cibo. Prima di iniziare il percorso c’è un bar dove si possono acquistare panini e bibite e un servizio toilette. La stradina d’accesso e i sentieri non sono percorribili con carrozzine per portatori di handicap.

Il Parco è un’area protetta ed è severamente vietato entrare in acqua.

Anche i cani non possono entrare in acqua, vanno tenuti al guinzaglio e, se necessario, va utilizzata la museruola. Seguite con rigore la raccolta differenziata. Osservate le istruzioni nell’uso delle attrezzature acrobatiche. Indossate scarpe sportive. In caso di pioggia sono necessari scarponcini da trekking. In presenza di danni, pericoli o problemi informtea immediatamente il Parco 👉 (045 7720185).

Potete verificare il regolamento completo sul sito 👉 www.parcodellecascate.it 

Visitate la Pagina Facebook del parco per scoprire prezzi e orari.

Come arrivare al parco delle cascate di Molina

Uscita autostradale Verona Nord A 22, proseguire per tutta la Superstrada fino a San Pietro Incariano e quindi seguire le indicazioni per Molina. Tempo previsto in pullman da Verona Nord 45 minuti circa.


Visita la sezione Viaggi lenti a piedi 🚶‍♀️

About Mika 5 Articles
Viaggio un mese sì e uno no. Se non sono circondata da boschi, foreste e montagne mi vengono le crisi d'ansia. Animale preferito: il cavallo. Mi piace leggere libri e scambiarli con gli amici. Infine condividere conoscenze & filosofie alternative con altri spiriti affini. In breve: una ragazza con uno spirito hippie e una forte sete d'avventure. 🤭

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*