Viaggio nei paesi più belli della Danimarca

Danimarca, terra scandinava dalle coste frastagliate, casa Natale di artisti e pensatori, dalla storia antica e affascinante. Questo Paese vanta grandi bellezze sia naturali che architettoniche, riuscendo ad affascinare ogni viaggiatore. La Danimarca, nota come lo “Stato più felice del mondo”, ha bisogno di tempo e tranquillità per essere gustata e apprezzata in tutta la sua bellezza e unicità. Invita a prendersi tempo, ad andare con calma, insomma, è il posto ideale per un viaggio lento alla scoperta dei suoi paesi più belli.
Al di là della frenetica e vibrante capitale, Copenaghen, i luoghi da visitare in Danimarca abbondano. Vediamo, quindi, quali sono i paesi più affascinanti da esplorare in terra danese grazie anche a questa guida di Copenaghen.it

Aarhus

Seconda città della Danimarca dopo la capitale, Aarhus è un gioiello noto come “la Città del Sorriso”. Le strade acciottolate si snodano attraverso musei e chiese storiche. La sua cattedrale dedicata a San Clemente, la più grande del Paese, è situata nella piazza centrale di Aarhus, conosciuta come Store Torv, nei pressi del porto. Anche la vecchia cattedrale, la Vor Frue Kirke, è una tappa imperdibile del viaggio a Aarhus, e ospita una cripta, considerata tra gli edifici religiosi più antichi della Scandinavia tutt’oggi in uso.
Neanche in questa splendida città mancano le residenze reali come Palazzo di Marselisborg, o Marselisborg Slot, che si può ammirare esternamente.
Il museo all’aperto Den Gamle By, o “La città vecchia”, inaugurato nel 1914, è uno dei rari musei al mondo che rappresenta la vita cittadina. Al suo interno si possono, infatti, incontrare l’ufficio della dogana, la scuola ed il teatro, giardini e botteghe oltre a decine di stanze e laboratori di artigiani. Un luogo immersivo in cui si esplora la vita e la quotidianità di un tempo.
All’interno del museo si possono ammirare anche le mostre permanenti al museo dell’orologio, al museo del giocattolo, al museo tessile, della ceramica e dell’argento.

Helsingør

Helsingør, Elsinore, Danimarca con lentezza, slow

La città di Helsingør, anche nota come Elsinore, situata nella Danimarca orientale, dista appena 4 chilometri dalla città svedese di Helsingborg. Il nome della città deriva proprio dalla sua posizione, infatti “hals” significa strettoia e si riferisce allo stretto di Oresund che separa la Danimarca dalla Svezia. Qui si può ammirare lo splendido sfondo dell’opera di Shakespeare, l’Amleto, ossia il Castello di Kronborg, considerato uno dei castelli rinascimentali più importanti dell’Europa del Nord oltre ad essere Patrimonio dell’Umanità.
Realizzato nel 1420, il castello è anche teatro di leggende come quella di Ogier il Danese. Secondo la leggenda il personaggio leggendario dorme ancora tra le sale del castello, avvolto nella sua barba, per svegliarsi nel momento in cui la Danimarca sarà in pericolo per salvare le sorti del Paese.
Anche qui si può visitare la Sirenetta, in una versione rivisitata, oltre alle splendide statue di Ercole e Idra o la Statua degli Operai situata di fronte al Museo dei Cantieri navali.

Roskilde

A soli 30 chilometri da Copenaghen, la città di Roskilde un tempo, fino al 1443, era la capitale della Danimarca ma ancora oggi è una tappa da non perdere nel Paese scandinavo. Qui si respira l’atmosfera tipica delle città che hanno avuto una connessione con la storia vichinga, e ospita la cattedrale gotica Patrimonio dell’UNESCO.
Per immergersi nella storia della città è fondamentale la visita al Museo delle navi vichinghe che contiene i resti ben conservati di cinque esemplari di navi risalenti all’XI secolo. Un tempo, infatti, Roskilde era il fulcro delle rotte commerciali vichinghe, sia via nave che via terra, ed è una delle città più antiche del Paese.
Nell’antica città ogni anno viene ospitato il festival più amato e più famoso del Nord Europa, il Roskilde Music Festival, che si tiene dal 1971, che oggi attira oltre 80 mila spettatori l’anno.
La città è raggiungibile in appena 40 minuti da Copenaghen viaggiando in auto, ma vi sono anche diverse alternative come treni e autobus.

Billund

lego, legoland, billund, resort, viaggi lenti, slow travel

Chi ama gli inconfondibili mattoncini colorati non può perdersi un viaggio a Billund. Infatti, Billund è una splendida e ridente cittadina, ma con una grande storia da raccontare: è il luogo di nascita dei LEGO e ospita la fabbrica LEGO originale oltre al resort Legoland.
Il parco dei divertimenti è l’attrazione principale di questa città, conosciuta a livello mondiale e molto apprezzata sia da grandi che bambini. Aperto nel 1968, il parco divertimenti dal 2009 ospita anche il parco acquatico di Lalandia Billund.
La città dista circa 2 ore e 50 minuti in auto da Copenaghen ma ha un efficiente aeroporto da cui è possibile prendere un taxi per raggiungere Legoland in pochi minuti. A circa 30 minuti di macchina, ma raggiungibile anche con i mezzi pubblici, si trova il Kulturmuseet, un Museo di Storia Culturale che racconta la storia della Danimarca anche attraverso mostre temporanee. Al suo interno c’è anche una sala dedicata ai bambini in cui possono giocare e scoprire le curiosità più interessanti della Danimarca.

Bornholm

Un’altra isola che merita di essere esplorata è Bornholm, adagiata nel Mar Baltico. La sua particolarità risiede nelle sue caratteristiche chiese rotonde, ma vanta anche incontaminate meraviglie naturali. Formazioni rocciose, spiagge di sabbia bianca finissima e foreste incantevoli fanno da cornice ai villaggi di pescatori in cui è possibile gustare le specialità culinarie del luogo.
L’isola, inoltre, è considerata come il luogo più soleggiato della Danimarca. Il posto ideale, quindi, per chi è alla ricerca di un po’ di sole e di colore. Infatti, in danese è nota come solskinsøen, o “Isola del sole”.
È facilmente raggiungibile con il traghetto in partenza da Copenaghen in circa 2 ore e 30 minuti, oppure in aereo in appena mezz’ora.
Questa è anche una destinazione perfetta per godersi dei rilassanti giri in bicicletta attraverso le stradine e le piste che si snodano anche nelle foreste. Questi sentieri sono anche perfetti per fare trekking, esplorando verdi colline e fitti boschi, fino a raggiungere le scogliere Sanctuary di granito che si innalzano fino a 22 metri sul livello del mare.

Ribe

La cittadina di Ribe, nello Jutland, è una perla della Danimarca meridionale. Si tratta anche della cittadina più antica del Paese che ospita un affascinante museo vichingo e un centro storico medievale ben conservato, con la famosa cattedrale che è uno dei più antichi edifici di tutta la Danimarca.
La cattedrale è proprio la prima tappa da fare quando si giunge in questa incantevole città danese. La chiesa, nota come Ribe Domkirke, domina il centro storico dal lontano 948 ed è l’edificio romanico meglio conservato del Paese. Al suo interno numerosi sono gli elementi che provengono da epoche diverse, come l’organo del XVII secolo o il pulpito della fine del Cinquecento.
La romantica e ridente cittadina di Ribe è il posto ideale per godersi la calma e il relax, passeggiando tra le vie del centro storico immersi in un’atmosfera magica. Ad ogni passo sembrerà di andare in dietro di un decennio fino a ritrovarsi nel pieno dell’età medievale.
Molto caratteristici sono, poi, i palazzi con le facciate a graticcio di origine cinquecentesca, e alcuni di questi fanno parte dell’area protetta per il loro interesse di carattere nazionale.
La città invita alla calma, a godersi ogni passo e di vivere il qui e ora, e quale posto migliore per farlo se non in mezzo alla natura del parco del Ribe Kunstmuseeum. Questo luogo raccoglie un inestimabile patrimonio artistico, con opere pregevoli provenienti dalla produzione artistica danese.
Il museo si trova all’interno di un palazzo del 1891 che ancora oggi conserva inalterato il suo aspetto, con il suo caratteristico colore rosso, tipico dello stile rinascimentale olandese.
Il parco che circonda il palazzo storico è un giardino fluviale, con passerelle in legno che permettono ai visitatori di passeggiare tra una sponda e l’altra del corso d’acqua che attraversa l’immenso verde.

Ærøskøbing

Nel cuore della Danimarca, Ærøskøbing è una città situata sull’isola di Ærø. La città è stata pensata per mantenere il fascino dei tempi antichi, con case e strade accuratamente restaurate per lasciare inalterate le caratteristiche del passato. Anche nota come la “città delle fiabe della Danimarca”, Ærøskøbing è considerato come uno dei luoghi più idilliaci della Nazione.
Le sue pittoresche case storte portano i chiari segni del tempo, ma raccontano anche i segreti delle vite che negli anni le hanno abitate. Qui è, infatti, possibile esplorare le case più curiose servendosi di una mappa che segna i luoghi più interessanti da scoprire, come la Philip Kock Hus, la casa più
antica della città, o la Hammerick’s Hus che oggi è sede del museo di antichità. Imperdibile, poi, è la Dukkehuset, una casa caratterizzata dalle sue linee storte diventata un’attrazione turistica molto popolare.
Tra storia e mare, qui i viaggiatori possono anche concedersi una passeggiata rilassante o una pedalata sulla spiaggia, circondata da vecchie cabine colorate risalenti agli anni Venti.
Uno dei luoghi più affascinanti di questo luogo è il suo faro, il faro del villaggio di Soby, ideale da ammirare al tramonto con le luci che si affievoliscono sull’orizzonte.
Sempre sull’isola di Ærø, una tappa imperdibile del viaggio è Sobygaard Manor, un antico maniero ricco di storia e di curiosità. Costruito intorno al 1100 sulle fondamenta di un antico castello, il maniero è in stile rinascimentale ed è circondato ancora oggi da un fossato. Questo luogo incantato e lontano dal tempo costudisce anche antiche leggende. Infatti, si racconta che durante alcune notti d’autunno e d’inverno, una dama di bianco vestita si aggira tra le sue mura.

Svaneke

danimarca, svaneke,

La città di Svaneke, situata sulla costa orientale dell’isola baltica Bornholm, è il luogo perfetto per immergersi nella cultura e nelle abitudini danesi. La suggestiva comunità di pescatori che risiede nella cittadina di Svaneke rappresenta la tipicità e la storia del Paese.
Il luogo è famoso per le particolari case a graticcio che costeggiano le sue strade tortuose, che solamente un vero viaggiatore impara ad amare e a godersi. Per la sua bellezza, Svaneke è stata premiata nel 2013 come la città più bella della Danimarca.
Sorta nel XIII secolo, la cittadina si è sviluppata negli anni grazie alla pesca delle aringhe che le valse il titolo di città mercato. Ma oggi è una destinazione turistica molto popolare soprattutto per il suo splendido centro storico ben conservato che gli è valso la medaglia d’oro del patrimonio architettonico europeo nel 1975.
Città di arti e mestieri, Svaneke è nota in tutto il mondo per la soffiatura del vetro e la ceramica, ma anche per le piccole fabbriche di dolci e il suo birrificio in miniatura.
Per i bambini e per chi ha voglia di un po’ di divertimento, a pochi chilometri da qui si trova il parco divertimenti Joboland che ospita un parco acquatico, fattorie didattiche, numerose giostre e barche a remi per grandi e piccini.
Ma tra le attrazioni più interessanti da scoprire c’è la torre dell’acqua, progettata dall’architetto Jørn Utzon nel 1952. La sua forma, ispirata dagli antichi segni del mare che si utilizzavano per assistere le navigazioni, sorregge una cisterna piramidale sorretta da tre gambe snelle in cemento armato. Al centro si snoda la scala che arriva fino a terra. A partire dal 1992 è considerato un edificio storico.

Odense

odense, danimarca, viaggio lento

Come ultima tappa del viaggio, imperdibile è una visita nella storica città di Odense, situata sull’isola di Fionia, nella Danimarca meridionale. Questa splendida città, ricca di storia e di monumenti di grande interesse, è anche nota come “la città ufficiale della bicicletta”, oltre ad essere il luogo di nascita dell’autore Hans Christian Andersen, dalla cui penna sono nate le fiabe più belle e amate, come la Sirenetta.

La storia di questo posto inizia ben prima l’arrivo dei vichinghi, che qui hanno vissuto nei loro insediamenti.
I luoghi da visitare qui sono tantissimi, e il modo migliore per passare da una bellezza ad un’altra in giro per Odense è proprio la bici.
Gli amanti della letteratura non possono non visitare l’Hans Christian Andersen Museum, una casa-museo in cui il visitatore ripercorre i passaggi più importanti della vita dell’autore.
Passeggiare per i paesaggi tipici della Danimarca rurale è oggi possibile grazie al museo a cielo aperto del Villaggio di Fionia. Aperto solamente da fine marzo a fine ottobre, questo luogo magico è uno dei più visitati di Odense.
Il villaggio è composto non solo da scorci naturali mozzafiato ma anche da edifici storici prelevati da varie zone della Danimarca, tra cui numerose caso a graticcio con le tipiche recinsioni per il bestiame che fanno da cornice al romantico laghetto. Un quadro che riporta il visitatore indietro di oltre 400 anni.





About Redazione 433 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*