Breve storia del baratto

baratto, barattare, barter, bartering, breve storia del baratto

Breve storia del baratto – Abbiamo prove che l’uomo abbia cominciato a barattare in maniera sistematica intorno al 6000 a.C. ma probabilmente lo faceva già da molto tempo prima.

  • Il sistema del baratto fu introdotto dalle tribù della Mesopotamia, poi adottato dai Fenici. I fenici barattavano beni con quelli di altre popolazioni situate in altre città del Mediterraneo. Anche i Babilonesi svilupparono un sistema di scambio più sofisticato. In pratica le merci cominciarono a essere scambiate con cibo, tè, armi e spezie. A volte venivano usati anche teschi umani.
  • Il sale era un altro elemento popolare che favoriva il commercio. Era così prezioso che persino gli stipendi dei soldati romani venivano pagati con questa risorsa marina.
  • Nel Medioevo, gli europei viaggiavano in tutto il mondo per barattare artigianato e pellicce in cambio di sete e profumi.
  • I primi coloni americani si scambiavano proiettili di moschetto, pelli di cervo e grano.

Anche dopo l’introduzione del denaro, il baratto non è mai sparito del tutto. Ad esempio, tornò ad essere popolare negli anni ’30 durante la Grande Depressione. Si barattava per ottenere cibo e altri servizi essenziali. Veniva fatto attraverso gruppi o tra persone che agivano in modo simile alle banche.

Svantaggi e vantaggi del baratto

barattare, baratto, storia, breve storia del baratto
Un’illustrazione di giornale del 1874 pubblicata su Harper’s Weekly che mostra un uomo impegnato in un baratto offrendo vari prodotti agricoli in cambio del suo abbonamento annuale al giornale. By F.S. Church, Gennaio 17, 1874. –  Dominio Pubblico, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=5273657

Come per la maggior parte delle cose, ci sono svantaggi e vantaggi nel baratto. Una complicazione è determinare quanto sia affidabile la persona con cui si sta commerciando. Di solito chi scambia non offre alcuna prova o certificazione del suo prodotto. È quindi difficile determinare se la sua offerta sia legittima, e non c’è nessuna protezione o garanzia del consumatore. I servizi e i beni che si scambiano potrebbero quindi essere scambiati con oggetti scadenti o difettosi. Ovviamente a nessuno piacerebbe scambiare un prodotto valido con uno scadente.

All’inizio può essere una buona idea limitare gli scambi con membri della famiglia o con amici perché un buono scambio richiede abilità ed esperienza. Inoltre, è facile pensare che l’oggetto desiderato valga più di quello offerto. Ci sono molte trappole psicologiche cui bisogna ravvedersi.

Vantaggi

Ci sono ovviamente anche ottimi vantaggi nel baratto.

  • Innanzitutto non c’è bisogno di denaro.
  • Un altro vantaggio è che esiste una certa flessibilità quando si scambiano servizi e oggetti.

Per esempio, si possono scambiare prodotti correlati, come tablet portatili in cambio di computer portatili. Oppure si possono scambiare oggetti che sono completamente diversi, come tosaerba in cambio di mobili, ecc. ecc.. Le case possono ora essere scambiate quando le persone sono in viaggio, il che può essere un grande risparmio economico. Un esempio: se i tuoi genitori hanno amici in un altro stato e hanno bisogno di un posto dove stare durante una vacanza, i loro amici possono scambiare la loro casa per una settimana. In cambio i tuoi genitori permetteranno loro di usare la vostra abitazione.

  • Un altro vantaggio del baratto è che oggetti materiali possono essere scambiati con servizi immateriali, e viceversa.

Per esempio, se il tuo amico ha uno skateboard ma la sua bicicletta ha bisogno di essere aggiustata, se sei bravo a riparare biciclette, puoi offrirti di riparargliela in cambio dello skateboard.

Con il baratto due persone possono ottenere qualcosa che vogliono o di cui hanno bisogno senza dover spendere soldi.


Vai alla sezione Baratto




About Redazione 351 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*