Qual è il cammino a piedi più lungo del mondo?

viaggi a piedi, slow travel, viaggi pazzeschi, cammino più lungo del mondo, cammini

Il cammino più lungo del mondo? – Secondo quanto suggerito da GOOGLE il cammino da fare a piedi più lungo del mondo é quello da Cape Town a Magadan.

camminare, viaggio lento, viaggiare con lentezza, il cammino piú lungo del mondo, a piedi

La mappa sopra mostra una delle “potenziali” passeggiate ininterrotte più lunghe del mondo da Città del Capo, dal Sud Africa a Magadan, in Russia, una distanza di 22.387 km (13.910 miglia).

Google Maps stima che occorrerebbero 4.492 ore per percorrerlo, il che si traduce in 187 giorni di camminata senza sosta. Se invece decidessi di camminare 8 ore al giorno, cosa ovviamente più fattibile, occorrerebbero 562 giorni per completare l’intera passeggiata, ovvero quasi un anno e mezzo.

Nel corso della camminata si sale per un totale di 117.693 m (386.132 piedi) e si scende per 117.686 m (386.109 piedi) – equivalenti a 13 viaggi di andata e ritorno sull’Everest.

Vi interessa ancora percorrerlo? 😛

Dovreste viaggiare attraverso 16 paesi tra cui il Sud Sudan, la Siria e la Georgia. Il percorso non sarebbe fra i più sicuri. Tuttavia sembra una vera e propria sfida per viaggiatori e avventurieri slow.

Vorresti intraprendere il “cammino più lungo del mondo” e documentarlo con noi? Scrivici📧 ✍️

Vuoi vedere la mappa del cammino a piedi più lungo del mondo su GOOGLEMAPS? Clicca qui.


Approfondiamo assieme il cammino più lungo del mondo 🌍🔍


Il merito della mappa postata qui sopra va all’utente Reddit cbz3000, che l’ha realizzata con GoogleMaps nel 2019. Cbz3000 ha affermato che è la più lunga distanza a piedi che sia possibile da percorrere nel mondo; per trovare questo percorso ha dovuto escludere voli, traghetti e altre traversate in barca. Si tratta quindi di camminare su strade, sentieri e ponti. L’intrepido e coraggioso viaggiatore che vorrà affrontare questa impresa, dovrà attraversare l’Africa, oltrepassare il canale di Suez, raggiungere la Turchia, l’Asia centrale e la Siberia fino ad arrivare a Magadan.

Il viaggio richiederebbe circa 4.492 ore di cammino, cioè 187 giorni senza mai fermarsi. Se invece camminassimo per 8 ore al giorno (sette giorni di camminata su sette!), il viaggio potrebbe durare 562 giorni (circa un anno e mezzo).

Se il progetto ti entusiasma e hai tanta energia e circa 2 anni a disposizione per metterti in viaggio, allora diamo un’occhiata più da vicino ad alcune delle regioni che dovresti attraversare durante questo cammino.

La Montagna della Tavola in Sudafrica (Cape Town)

La tua epica avventura comincia alla Montagna della Tavola (Table Mountain) di Città del Capo. Annidata all’interno di un Parco Nazionale, la montagna è immediatamente riconoscibile per la sua distinta forma a tavolo e per le formazioni di nuvole che abbracciano la sua cima. L’ascesa alla cima richiede circa 2-3 ore di cammino e ripaga con una vista spettacolare su Città del Capo e sulla costa meridionale. A causa della sua forma piatta, si può anche seguire uno dei diversi percorsi di trekking che portano gli escursionisti proprio attraverso la cima, alcuni dei quali richiedono diverse ore per essere completati.

Botswana

Mentre sei in Botswana, potresti approfittarne per fare un Safari e ammirare alcuni degli incredibili animali selvatici dell’Africa. Il Parco Nazionale Chobe e il Delta dell’Okavango sono fra i migliori parchi nazionali africani, che ospitano elefanti, leoni, giraffe, bufali e zebre allo stato brado. Dopo le prime 6 settimane di cammino vorrai sicuramente concederti un po’ di riposo! Per fortuna in Botswana non mancano villaggi resort con capanne di legno e spa di lusso, che noi di solito evitiamo, ma dopo tanto scarpinare possiamo fare un’eccezione!

Zambia: Le cascate Vittoria

Queste cascate situate sul fiume Zambesi al confine tra Zambia e Zimbabwe sono le più grandi del mondo, con una larghezza di 1.708m. I visitatori possono nuotare nelle piscine naturali che si trovano in cima, anche se a causa della vicinanza con il bordo delle cascate, non è un’esperienza adatta ai deboli di cuore! Da Gaborone in Botswana alle Cascate Vittoria, il tratto sembra essere facile e piacevole e dura “solo” 22 giorni.

Egitto: le piramidi

Stai facendo una passeggiata di circa 26.000 km, già che ci sei, non vorrai mica perderti  l’ultima meraviglia del mondo? Le piramidi dovrebbero essere inserite nella bucket list di tutti i viaggiatori, una meraviglia da vedere almeno una volta nella vita. Raggiungerle però non sarà facile. Questo tratto infatti ti porterà via circa 181 giorni (6 mesi).

Giordania: Petra

Un tratto tutto sommato “easy”. Da una meraviglia all’altra, arriviamo dunque a Petra una volta entrati in Giordania. Situato nel sud del paese, questo sito archeologico è straordinariamente ben conservato e contiene il famoso tempio Al-Khazneh (Il Tesoro), un edificio intagliato direttamente nella roccia di arenaria. Si ritiene che sia stato il mausoleo del re nabateo Aretas IV, oggi è l’attrazione turistica più popolare in Giordania (e riconoscibile in opere come Indiana Jones e l’ultima crociata e Le avventure di Tintin). Dalle Piramidi a Petra,vi serviranno solo 2 settimane di viaggio.

[Leggi anche: In cammino da Dana a Petra]

Turchia: il Lago di Van

Prossima fermata, perché non dare un’occhiata alle bellezze naturali fuori dai sentieri battuti del lago di Van in Turchia? Con pittoreschi percorsi a piedi intorno al lago e molti hotel remoti in cui soggiornare, il lago è un luogo perfetto per rilassarsi e assorbire un po’ di storia affascinante. Dai regni armeni alla conquista mongola, il lago è stato il centro di alcuni dei più grandi imperi del mondo. Possiede anche una leggenda equivalente al mostro di Loch Ness: gli avvistamenti del mostro del lago di Van risalgono al 1800, quindi tenere gli occhi aperti! Questo tratto porterà via circa 5 settimane.

Georgia: Tbilisi

L’ultima tappa prima della Russia è la Georgia, quindi goditi un po’ di tregua urbana nella bella capitale Tbilisi. Con il suo centro storico acciottolato e le case dai tetti rossi, la città è meravigliosamente pittoresca e si annida sotto la presenza imponente di Narikala, una fortezza del IV secolo. Passeggiate per la città, ammirando le sue chiese storiche, gli edifici art nouveau e i blocchi sovietici. Con un tale miscuglio di stili, la complessa storia di questo paese sconosciuto è intrecciata nell’architettura della città. Dal lago di Van, il viaggio durerà 16 giorni.

Il tratto della Russia

Bene, siamo finalmente arrivati in Russia. Purtroppo il viaggio è tutt’altro che finito. Man mano che ti sposti verso nord-est, le temperature si abbassano, il paesaggio diventa sempre più brullo e i villaggi accoglienti per fermarsi e riposare diventano sempre più remoti. Con 253 giorni di viaggio alle spalle (8 mesi) possiamo ora accumulare una buona conoscenza degli usi e costumi, delle stranezze e della diversità di questa enorme nazione. Consigliamo una buona scorta di Vodka per il viaggio (potresti averne bisogno anche come pagamento quando ti troverai disperso nella steppa siberiana).

Insomma, buon viaggio e buona fortuna.😅

Vuoi vedere la mappa del cammino a piedi più lungo del mondo su GOOGLEMAPS? Clicca qui.

Lo sapevi? 🔍


In realtà, dal 2013 c’è un viaggiatore lento che sta facendo questo viaggio a piedi (allungandolo fino allo stretto di Bering e ancora più in là verso il Sud America):

C’è anche un altro ragazzo che ha iniziato un viaggio a piedi in Cile nel 1998! Ha attraversato lo stretto di Bering nel 2006 poi, a causa della burocrazia Russia ha dovuto impiegare 10 anni prima di arrivare in Mongolia nel 2017. In questo momento sta procedendo attraverso la Cina e il Kazakistan.


Leggi anche il viaggio in treno più lungo del mondo

Visita la sezione Viaggi a piedi 🚶🏼‍♀️🎒

Oppure la sezione Pellegrini & pellegrinaggi



About Redazione 431 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

5 Commenti

  1. Lo farei se solo avessi:
    1) un po’ di entrate fisse ogni mese senza dover lavorare, oppure un bel po’ di soldi messi da parte.
    2) un gruppo di amici affiatati che volesse partire con me.

    Da solo non lo farei mai. Avrei un po’ di paura e dopo diverse settimane comincerei ad annoiarmi molto. (La felicità d’altronde va condivisa, come diceva Alexander Supertramp).

    Ad ogni modo, non ho né soldi né amici liberi, quindi è meglio che mi cerco un altro progetto di viaggio meno ambizioso! 🙂

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*