Campeggio selvaggio in Europa: dove è consentito e dove no

px, camping, campeggio, natura selvaggia, viaggiare con lentezza, accamparsi, campeggi gratuiti

Il campeggio selvaggio per molti ha il profumo dell’avventura. Nella natura selvaggia dell’Europa, purtroppo, non è permesso piantare semplicemente una tenda ovunque ci si trovi. Quali paesi europei lo consentono? Ecco una breve panoramica.

Il campeggio è tornato a essere di moda

C’è stato un tempo i turisti desideravano alloggiare in costosi hotel, ed essere serviti e riveriti dalla mattina presto fino a tardi in una località turistica. Oggi molti rifiutano il pacchetto di servizi a tutto tondo, per viaggiare all’avventura. Negli ultimi anni, il numero di camper venduti è cresciuto molto, c’è un numero crescente di magazine e blog online che celebrano la vita “naturale” e i prodotti per il campeggio stanno diventando sempre più essenziali. In breve: il campeggio è di moda.

Non sono solo i giovani a essere attratti dall’aria aperta ma anche le persone più anziane.  Tuttavia, non è così facile come sembra. La legislazione in Europa parla chiaro: non è possibile piantare una tenda ovunque si voglia.

campeggio, avventura, outdoor, natura, panorama, viaggiare con lentezza, dormire all'aperto, gratuito

Ci sono paesi in Europa in cui il campeggio selvaggio con una tenda è consentito o almeno tollerato?

Nella maggior parte dei paesi esistono leggi che vietano i pernottamenti in natura.

Tuttavia, questo non significa che non esistano opportunità in Europa, per vivere una vacanza avventurosa all’aria aperta. I paesi in cui è legale piantare una tenda e dormire sotto le stelle sono Svezia, Norvegia, Irlanda, Scozia, Estonia, Lettonia e Spagna. In questi paesi è persino permesso piantare una tenda e lasciarla ferma nello stesso punto per diversi giorni. Ovviamente, questa autorizzazione generale si riferisce solo al demanio e non alla proprietà privata.

Campeggio selvaggio in Spagna

Il problema della Spagna è che quasi ogni pezzo di terra è di proprietà privata. In secondo luogo, soprattutto nell’entroterra, il terreno è costituito quasi interamente da rocce e pietre taglienti, il che rende quasi impossibile montare un piccolo campo. Se sei abbastanza fortunato da aver scoperto un posto senza rocce e pietre, allora sarà sicuramente pieno di spine. Insomma bisogna mettersi a cercare bene: per questo motivo non è una pessima idea diventare amici della gente del posto e da questi farsi consigliare un luogo adatto! Il lato positivo della Spagna è che è pieno di posti dove le roulotte possono pernottare in aree designate. Ci sono molti luoghi deserti e poco popolati, ma in queste aree potete fare wild camping , sempre a vostro rischio e pericolo.

las medulas, Spagna, px, formazione rocce, campeggio selvaggio, wild camping

Campeggio selvaggio in Svezia

Il campeggio in tenda nei grandi spazi aperti della Svezia è gratuito, legale e persino promosso dallo stato. Puoi piantare una tenda ovunque fuori città per un massimo di 2 giorni. I fuochi da campo, però, non sono consentiti. È interessante notare che la legge è valida solo per escursionisti, ciclisti e persone che viaggiano con canoe o cavalli. Chiunque viaggi in macchina è sfortunato poiché non è permessa la sosta con veicolo motorizzato… Chi viaggia con le roulotte può parcheggiarle in appositi parcheggi pubblici.



Campeggio selvaggio in Norvegia

Il campeggio selvaggio in Norvegia è regolato dall’Allemannsretten, il diritto di pubblico accesso. Ci sono alcuni fra i più bei posti nel mondo dove fare wild camping in Norvegia. Una destinazione estiva avventurosa sono le spettacolari isole Lofoten, all’interno del Circolo Polare Artico, dove, nel periodo giusto, si può ammirare anche il sole di mezzanotte.

Lofoten, Raftsundet, Camping, Hiking, Trolltindene
Lofoten,

Campeggio selvaggio in Danimarca

In Danimarca, aspettatevi di pagare delle multe salate se rimarrete fuori dai campeggi legali con una roulotte. Il campeggio è consentito in almeno 40 foreste approvate. Nelle spiagge turistiche ci sono sanzioni fino a 75 euro, se ci si lascia sorprendere con una tenda in mezzo alla natura.

Campeggio selvaggio in Romania

Non ci sono leggi in Romania che vietano il campeggio selvaggio. Quasi ovunque nella natura o nelle aree rurali della Romania, puoi campeggiare (con la tenda). Se chiedi alla gente del posto, sentirai spesso che fare campeggio non è un problema. È sempre consigliabile chiedere (con gentilezza) il permesso per campeggiare su terreni di proprietà privata – meglio essere sicuri!

Immagine gratuita di alba, avventura, campo, cielo
Foto di Tomáš Malík

Campeggio selvaggio in Francia

In Francia il campeggio è ufficialmente consentito solo su terreni privati ​​con il consenso del proprietario. Poiché le persone in generale sono molto amichevoli e soprattutto molto aperte nei confronti degli escursionisti e dei ciclisti, di solito si riesce a trovare un posto abbastanza facilmente. Lungo la costa, in luoghi protetti specifici, come parchi nazionali e parchi naturali regionali il campeggio selvaggio è severamente vietato. Lo stesso vale per i posti nelle immediate vicinanze dei luoghi d’interesse. Ovviamente, non è consigliabile piazzarsi direttamente sotto la Torre Eiffel: questo può costarti una multa di 1.500 euro se vieni beccato! Comunque, ci sono molte regole locali, quindi la cosa migliore è trovare il municipio nel villaggio dove vuoi campeggiare e chiedere lì. Un’alternativa al municipio è la chiesa: i preti dovrebbero essere in grado di dirti dove poter campeggiare, magari utilizzando uno dei campi o delle sedi della parrocchia.

Mobile Home, Vacations, Camping, Travel, Adventure



Campeggio selvaggio in Polonia

La Polonia non è così severa. Negli ultimi 20 anni sembra non siano mai state fatte multe per campeggio selvaggio abusivo, almeno nella zona settentrionale. Tuttavia, ufficialmente, non è consentito fare wild camping. Quindi si consiglia cautela se non si vuole rischiare di essere i primi campeggiatori a essere multati in Polonia dopo vent’anni! Chiedete ad un contadino del posto se potete fermarvi in uno dei loro pascoli: non è affatto improbabile che vi inviteranno a pranzo o a prendere una tazza di tè.

Poland, Wisla, Malopolska, Vistula, tramonto, campeggio selvaggio, wild camping
Poland, Wisla

Campeggio selvaggio in Germania

Il campeggio all’aperto in Germania è illegale. In zone poco frequentate e nascoste è tollerato spendere una notte. Senza una tenda (ad esempio dormendo soltanto con un sacco da bivacco) puoi dormire quasi ovunque per una notte, anche in aree pubbliche, purchè appartate. Sono escluse le aree appositamente segnalate e le riserve naturali. Una tenda da sole o un telo sono inclusi nella definizione di campeggio, e le multe o le sanzioni sono a discrezione dei funzionari locali che scoprono l’accampamento.

Una buona idea è piantare una tenda su un terreno privato, ovviamente sempre dopo aver chiesto il permesso. Nelle zone di campagna, non è affatto scortese bussare alla porta per chiedere aiuto, consigli, e permessi.



 

Campo, Camping, Campeggio, Natura, tenda, Libertà, boschi
Foto di Ben Frieder

 

Campeggio selvaggio in Svizzera e nel resto d’Europa

È necessario prestare particolare attenzione al campeggio in Svizzera. Contravvenzioni di 10.000 euro, o anche di più, possono essere elevate per l’accensione di fuochi e il montaggio di tende senza permesso. Si consiglia di cercare un campeggio abbastanza presto. Le storie raccontate di alpinisti e altri appassionati di outdoor che si sono imbattute nelle forze dell’ordine svizzere alle 4 del mattino non promettono affatto bene!

Nei Paesi Bassi, in Ungheria, Portogallo, Russia, Croazia, Serbia, Grecia, Bulgaria, Repubblica Ceca e Slovacchia la situazione non è molto diversa e in alcuni parchi le regole possono essere molto severe. Il consiglio generale è di chiamare i municipi dei paesi che si vuole visitare e chiedere loro tutto ciò che occorre sapere per poter dormire all’aperto in maniera sicura e legale.

campeggio, campeggiare, lentezza, into the wild, nottata, viaggio libero

Nella definizione di campeggio selvaggio rientra anche passare la notte in auto o in roulotte.

Consigli finali

  • Non fate campeggio selvaggio solo perché ha un bell’aspetto nel vostro feed di Instagram e ricordate che la condivisione di una posizione geografica/turistica nei social media può anche avere un impatto sull’ambiente naturale.
  • Fare Wild Camping è per molti un sogno, ma in molti paesi, purtroppo, è illegale.
  • Dormire in auto all’aperto, in campagna, e anche per una sola notte, è considerato campeggio selvaggio.
  • Potrebbe essere una buona idea pianificare bene il viaggio utilizzando siti web di sharing economy per trovare posti dove dormire all’aperto o a casa di qualcuno, gratuitamente.



 

About Redazione 237 Articles
Entra nella squadra di viaggiareconlentezza. Condividi con noi i tuoi pensieri, le tue avventure e i tuoi viaggi lenti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*