Ospiti di Demetris in una casa scolpita nella roccia

La casa costruita nella roccia

Una nuova storia di downshifting & decrescita

Viviers, Francia

Sono passate due settimane dall’esperienza trascorsa all’ecomuseo di Agnes, esperienza che ci ha ispirato profondamente. Lì a Saint Michel de Chambrillanoux, infatti, abbiamo speso le ultime giornate in compagnia di nuovi amici e abbiamo frequentato due stage proposti da Agnes, uno riguardante la costruzione di muro a secco, l’altro la produzione di intonaco con la paglia (valore globale degli stage 150 euro circa per tre giornate, noi -ovviamente- non abbiamo dovuto spendere nulla). Abbiamo scoperto che per combattere l’umidità, l’intonaco di paglia è un ottima soluzione, oltre ad essere un buon materiale fono-assorbente. Per contro, il muretto a secco è un processo di costruzione molto lungo e pesante, perciò lo consigliamo solo ai più caparbi.
 .

Una nuova host

Tra gli stagisti abbiamo conosciuto Demetris, la nostra attuale host (ovvero la signora che ci sta ospitando ora), la quale, saputo del nostro desiderio di viaggiare senza soldi, ci ha offerto la sua ospitalità, in cambio di un po’ di aiuto nella sua casa. Dopo una doccia veloce e un addio caloroso a tutti gli amici dell’ecomuseo di Agnes (foto in basso), siamo balzati nella macchina di Demetris, che ci ha accolto nella sua dimora di Viviers.

Simo, Flora, Solene, Jean, Sophie, Roby, Agnes, Demetris

La casa costruita nella roccia

La casa di Demetris è ben arredata e accogliente; una grande roccia di basalto costituisce una delle pareti e l’insieme dei mobili contribuisce a creare un’atmosfera rustica e fiabesca.
Casa costruita nella roccia

La signora che ci ospita possiede una grande proprietà costruita nella roccia e comprendente alcuni alloggi affittati ai turisti. La stanza che ci ha messo a disposizione è in uno di questi alloggi: molto bella, spaziosa, con tutti i muri affrescati da motivi che richiamano l’antica Grecia e l’antico Egitto.

Le scale che conducono alla nostra stanza. Le pareti raffigurano dipinti in stile greco, egizio e romanici
Quest’abitazione possiede tante comodità desiderabili, compresa una piscina grande, un pianoforte (un po’ scordato) un televisore a schermo piatto e connessione a internet -a nostra disposizione. Ieri abbiamo avuto del tempo libero per goderci la casa: Demetris è partita presto per andare a lavoro senza lasciarci istruzioni sulle attività da svolgere (pensavamo che avremmo lavorato e invece!).
Athena, la figlia di Demetris, ci ha dato un passaggio fino alle porte della città. Come potete notare, i nomi dei nostri nuovi amici sembrano presi da un racconto mitologico, ma Demetris e il suo ex-marito (docente universitario) hanno sempre avuto una certa passione per la storia, soprattutto quella dell’antica Grecia!
Nuotata al chiaro di luna
Una volta raggiunto il centro di Viviers, ci siamo messi alla ricerca di un ufficio turistico per ottenere le mappe della zona e godere della bellezza della piccola cittadina. Gironzolando per le viuzze ci siamo imbattuti in un mercato nel quale un banchetto di attivisti ha attirato la nostra attenzione: Marita, una simpatica signora, ci ha spiegato le motivazioni della loro protesta contro l’estrazione di gaz de schiste ovvero gas naturale delle rocce scistose.
.

Dumpster Diving

Dopo la conversazione con Marita (che ci ha invitati a cena da lei), abbiamo chiesto a qualche mercante se avesse della merce da regalarci  (frutta o verdura che magari non rispettano i “canoni  del mercato” cioè possiedono qualche piccola imperfezione -leggi qui per spiegazioni). Risultato: facendo l’autostop, siamo tornati a casa di Demetris con un intero sacco di pesche e due grossi pomodori succosi, ottenuti con la spesa freegan: se non li avessimo raccolti noi, sarebbero stati buttati nella spazzatura!

Con le pesche un po’ più ammaccate Roby ha fatto una “compote” (pesche cotte con poco zucchero) e coi pomodori abbiamo preparato un sugo per la pasta. Soddisfatti, abbiamo trascorso il pomeriggio guardando un film. Dopo il film, siamo andati a riposare nel nostro letto.

Spesa freegan

Una spiacevole notizia

Purtroppo è successo anche una cosa spiacevole: tornati all’abitazione principale per consegnare la nostra marmellata di pesche abbiamo visto Demetris in lacrime: uno dei suoi due coniglietti, tenuti in gabbia sul balcone, era morto. Pare sia stata colpa del caldo, dopo un’intera giornata di esposizione al sole…  Demetris sembrava distrutta e noi ci siamo sentiti un po’ a disagio non potendo fare nulla per lei. Quando si viaggia e ci si fa ospitare da una famiglia del posto, si condividono tutte le gioie, ma anche tutti i dispiaceri che possono capitare ai nostri amici. Fa parte del viaggio e fa parte della vita.

L’aiuto in casa

Il giorno dopo ci siamo finalmente dedicati ad un po’ di duro lavoro nei pressi della piscina: abbiamo aiutato Demetris a trasportare delle pesanti pietre da una terrazza all’altra, lavoro faticoso ma gratificante (alla faccia di chi spende soldi per andare in palestra!). Anche oggi abbiamo replicato con il trasloco dei piccoli massi.

Campi di lavanda, Francia del sud.

Adesso andiamo a bagnare due vasi di fiori e subito dopo ci butteremo in piscina! Ci sentiamo fortunati ad aver incontrato Demetris… senza averlo programmato! Demetris ci ha trattato molto bene, quasi come figli. D’altronde abbiamo la stessa età delle sue due figlie.

famiglie alternative
Athena, Roby, Simo, Demetris

Un saluto affettuoso a tutti quanti, da Viviers! 🙂

Simone e Roberta (alla scoperta di realtà alternative).
P.S: Abbiamo un problema con il caricamento delle foto, ce ne occuperemo presto!

SFOGLIA LA GALLERY:

About Roberta&Simone 59 Articles
Siamo due ragazzi di Torino che hanno deciso di prendersi del tempo per esplorare l'Europa, senza limiti, senza piani e soprattutto... senza soldi! Ce la faremo? Seguite la nostra avventura!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*